Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La carenza di vitamina D può piombo all'irrigidimento dei vasi sanguigni

Il radiazione UV-b al sole è la maggior parte del fattore importante per la produzione della vitamina D e ecco perché molta gente soffre dai bassi livelli di vitamina D durante i periodi invernali. Sebbene determinati alimenti contengano la vitamina D, non è solitamente possibile ottenere un'offerta adeguata della vitamina da alimento. Molti studi clinici hanno indicato che i bassi livelli di vitamina D sono collegati con la malattia cardiovascolare quale ipertensione, ma anche altre malattie quale i diabeti melliti, malattie autoimmuni e perfino cancro. Tuttavia, i meccanismi molecolari di fondo erano poco chiari.

La carenza di vitamina D piombo all'irrigidimento dei vasi sanguigni

I due autori primari, biologo molecolare Olena Andrukhova e slavo di medico Svetlana, dell'istituto di fisiologia, di patofisiologia e di biofisica al Vetmeduni Vienna, trovata che la carenza prolungata di vitamina D può irrigidire i vasi sanguigni. Esaminando l'aorta, un vaso sanguigno elastico che si espande con ogni impulso di sangue e poi si restringe ancora, i ricercatori ha indicato che la carenza di vitamina D rende l'imbarcazione meno flessibile. Andrukhova spiega dettagliatamente: “La vitamina D migliora la produzione del eNOS degli enzimi (sintasi endoteliale dell'ossido di azoto) nel livello interno di vasi sanguigni, l'endotelio. Ciò è critica per il regolamento di pressione sanguigna. L'enzima produce una molecola chiamata ossido di azoto (NO), un fattore importante per il rilassamento dei muscoli lisci nei vasi sanguigni. Quando troppo poco NESSUN è formato, le imbarcazioni diventano meno flessibili. Ciò infine piombo ad più alta pressione sanguigna che può provocare altre malattie circolatorie. Così indirettamente, pressione sanguigna di comandi di vitamina D.„

Lo slavo del co-author continua: “La rigidezza dei vasi sanguigni aumenta generalmente con l'età. L'ampiezza di pressione sanguigna così tende ad aumentare con l'età e piombo ai mutamenti strutturali nell'aorta. L'elasticità si deteriora e la carenza prolungata di vitamina D può accelerare questo trattamento.„

Simulazione della carenza di vitamina D in mouse

Gli scienziati hanno lavorato con i mouse geneticamente modificati per esplorare i dettagli del meccanismo. I ricevitori di vitamina D negli animali sono stati cambiati in modo che non c'fosse nessuna segnalazione di vitamina D possibile. La vitamina D egualmente regolamenta il bilanciamento del calcio e del fosfato dell'organismo, in modo dai roditori sono stati dati una dieta speciale per assicurarsi che avessero abbastanza calcio e fosforo. La mancanza di vitamina D era quindi la sola carenza che potrebbe pregiudicare la fisiologia degli animali.

Dopo circa un anno senza vitamina D che segnala, i mouse avevano aumentato l'ampiezza di pressione sanguigna. I ricercatori hanno intrapreso una serie di studi sui vari tessuti dagli animali. per capire che bugie dietro l'ampiezza aumentata di pressione sanguigna, hanno messo a fuoco specialmente sull'aorta ed hanno trovato l'espressione in diminuzione di eNOS, il deposito aumentato del collageno e meno fibre elastiche. Col passare del tempo, i vasi sanguigni erano diventato più rigidi e meno capaci di adattarsi flessibilmente al volume di sangue che scorre attraverso loro. La conseguenza era ampiezza aumentata di pressione sanguigna e cambia nella struttura e nella funzione cardiache. Negli studi futuri, i ricercatori vogliono esaminare se la cella differente di influenze di vitamina D digiti dentro i vasi sanguigni nei modi diversi.

Indicatore luminoso di rifornimento di carburante per il cuore e la circolazione

in Europa, è stato considerato spesso di arricchire determinati alimenti con la vitamina D, come al solito negli Stati Uniti, per esempio. Tuttavia, una sorgente esterna della vitamina D egualmente porta i rischi poiché alcuna vitamina D in eccesso non può essere espelsa dall'ente. Una volta usata alle dosi elevate molto può piombo ai giacimenti del calcio nei vasi sanguigni, in reni, in polmoni e nel cuore. Tuttavia, una mancanza di vitamina D può anche avere conseguenze drammatiche. Stati del professor Reinhold Erben del quadro dell'istituto: “Non è che la carenza di vitamina D piombo immediatamente ad un aumento nell'ampiezza di pressione sanguigna o nella pressione sanguigna, ma nel lungo termine può piombo a danno cardiovascolare. La vitamina D è la traduzione chimica del sole nei nostri organismi e dovremmo sgrossare su in maniera regolare, particolarmente nell'inverno. Dobbiamo ricordarci che in Europa centrale, la sintesi di vitamina D nell'interfaccia è fisicamente impossibile da novembre a febbraio al livello del mare. I livelli di radiazione UV-b sono appena troppo bassi. Le alternative sono supplementi di vitamina D o un soggiorno nelle montagne.„