Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli svedese che lo studio conferma le vaccinazioni H1N1 mostrano il rischio aumentato di narcolessia in bambini, adolescenti

Pandemrix è una vaccinazione di influenza, creata nel 2009 per combattere H1N1, conosciuto come influenza di maiali. Ora, un gruppo dei clinici svedesi che analizzano il vaccino a collegamenti alle malattie in relazione con immune o neurologiche ha collegato Pandemrix ad un rischio aumentato di narcolessia in giovani adulti.

Facendo uso di uno studio di gruppo futuro basato sulla popolazione, il gruppo ha analizzato i dati dalle registrazioni regionali della vaccinazione e dalle registrazioni nazionali di salubrità, coprendo sette regioni di sanità e 61% della popolazione svedese.

Mentre il gruppo non ha identificato alcun collegamento a tantissime malattie in relazione con immune o neurologiche, hanno confermato un rischio aumentato nella diagnosi di narcolessia durante i più giovani di 20 anni delle persone ed hanno osservato una tendenza verso un rischio aumentato fra i giovani adulti fra 21 e 30.

“Seguito delle vaccinazioni di Pandemrix in uno studio basato grande registrazione in Svezia conferma un rischio aumentato di narcolessia in bambini ed adolescenti, mentre però fornendo i risultati di rassicurazione per tantissime altre malattie relative neurologiche ed immuni,„ ha detto il Dott. I. Persson dal Karolinska Institutet, Stoccolma.

Source:

Karolinska Institutet