Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio di DFTD spiega come la selezione umana altera l'evoluzione delle celle cancerogene

La malattia facciale del tumore del diavolo tasmaniano (DFTD) ha devastato il più grande marsupiale carnivoro del mondo da quando è emerso nel 1996, con conseguente declino della popolazione più di 90%. Il lavoro di conservazione per sconfiggere la malattia ha compreso l'eliminazione delle persone infettate dalla popolazione e la nuova ricerca nelle applicazioni evolutive spiega come questa ci dà un'opportunità unica di capire come la selezione umana altera l'evoluzione delle celle cancerogene.

DFTD è una linea cellulare clonale asessuale di riproduzione, che durante i 16 anni ultimi è stata esposta agli effetti negativi poichè diavoli infettati, circa 33% della popolazione, è stato eliminato da un sito, la penisola di Forestier, in Tasmania fra 2006 e 2010.

Tuttavia, questa malattia parassitaria ha potuta sopravvive e neutralizza all'effetto della mutazione deleteria, instabilità genomica come pure può infettare più di 100.000 diavoli.

“In questo studio, mettiamo a fuoco sulla risposta evolutiva di DFTD ad una prova di soppressione di malattia,„ ha detto Beata Ujvari, dal, l'università di Sydney. “I tumori raccolti dai diavoli sottoposti al programma di rimozione indicato hanno accelerato l'evoluzione temporale di tetraploidy rispetto ai tumori da altre popolazioni in cui nessun aumento dei tumori tetraploidi è stato osservato.„

La prova dell'estirpazione di malattia fornisce un'opportunità unica di scoprire gli effetti a lungo termine della selezione umana su evoluzione di DFTD e di esplorare questo, i campioni di tessuto tumorale raccolti gruppo fra 2006 e 2011 a 11 sito all'interno delle regioni influenzate DFTD della Tasmania.

“Il nostro studio dimostra chiaramente che i tumori di DFTD possono rispondere rapido alla selezione aumentata ed adattarsi ad un regime selettivo,„ ha detto Ujvari. “I risultati indicano che il ploidization può offrire ancora un altra via a cui DFTD può adattarsi al paesaggio evolutivo cangiante scolpito dal sistema immunitario dei diavoli. Il nostro studio è il primo per indicare che la selezione antropogenica può migliorare l'evoluzione del cancro nel selvaggio e quindi avverte circa le che misure impieghiamo per provare per fermare la diffusione di questa malattia devastante.„

Source: