FDA approva lo sNDA per comprendere i dati radiografici che aggiornano il contrassegno di Pfizer XELJANZ per il trattamento di RA

Pfizer Inc. (NYSE: PFE) annunciato oggi che gli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) hanno approvato una nuova applicazione supplementare della droga (sNDA) per aggiornare il contrassegno corrente di XELJANZ® (citrato del tofacitinib) 5 compresse di mg per comprendere i dati radiografici dai 3 studi bifasi, dalla scansione ORALE (A3921044) e dall'inizio ORALE (A3921069). “XELJANZ è il primo inibitore orale di JAK per moderatamente all'artrite reumatoide severamente attiva. La riduzione della progressione radiografica veduta della scansione ORALE e dell'inizio ORALE rappresenta un risultato clinicamente significativo per i pazienti,„ ha detto il Dott. Steven Romano, cavo globale dello sviluppo delle medicine per l'affare farmaceutico innovatore globale di Pfizer.

XELJANZ è indicato per il trattamento degli adulti con moderatamente all'artrite reumatoide severamente attiva (RA) che hanno avuti una risposta o un'intolleranza insufficiente a methotrexate (MTX). XELJANZ può essere usato come singolo agente o congiuntamente a MTX o ad altre droghe antirheumatic dimodificazione non biologiche (DMARDs). L'uso di XELJANZ congiuntamente a DMARDs biologico o ai immunosoppressori potenti, quali azatioprina e la ciclosporina non è raccomandato. La dose raccomandata è due volte al giorno 5 mg (DOMANDA).

Le informazioni di prescrizione degli Stati Uniti contengono un avviso inscatolato per le infezioni e le malignità serie. I pazienti curati con XELJANZ sono al rischio aumentato per sviluppare le infezioni serie che possono piombo all'ospedalizzazione o alla morte. La maggior parte dei pazienti che hanno sviluppato queste infezioni stavano catturando i immunosoppressori concomitanti, quali MTX o i corticosteroidi. Il linfoma ed altre malignità sono stati osservati in pazienti curati con XELJANZ.

Il contrassegno aggiornato degli Stati Uniti ora comprende i dati radiografici di risposta dalla scansione ORALE (studio IV) a 6 mesi ed all'inizio ORALE (studio VI) a 6 e 12 mesi (vedi le descrizioni dettagliate di studio sotto la tabella). Questi studi hanno valutato l'effetto di XELJANZ sulla progressione di danno unito strutturale come misurata da cambiamento medio dal riferimento nel punteggio marcato totale modificato Heijde di van der (mTSS) e nelle sue componenti, dal punteggio di erosione e dallo spazio della giunzione che limitano (JSN) il punteggio. La percentuale di pazienti senza la progressione radiografica (cambiamento del mTSS dal riferimento inferiore o uguale a 0) egualmente è stata valutata.

aDeviazione standard = deviazione standard
bDifferenza fra i mezzi di minimi quadrati XELJANZ meno placebo o MTX (95% ci = intervallo di confidenza di 95%)
CI dati di mese 6 e di mese 12 sono cambiamento medio dal riferimento.

Nel placebo più il gruppo di MTX nella scansione ORALE (studio IV), 74 per cento dei pazienti non ha avvertito progressione radiografica al mese 6 confrontato a 84 per cento dei pazienti curati con mg di XELJANZ 5 OFFERTO più MTX.

Nel gruppo di MTX di inizio ORALE (studio VI), 55 per cento dei pazienti non hanno avvertito progressione radiografica al mese 6 confrontato a 73 per cento dei pazienti curati con la DOMANDA di mg di XELJANZ 5.

È importante notare che il contrassegno degli Stati Uniti specifica che l'uso dei vaccini vivi dovrebbe essere evitato contemporaneamente a XELJANZ. Aggiorni le immunizzazioni in accordo le linee guida correnti di immunizzazione prima dell'inizio della terapia di XELJANZ.

Lo studio ORALE di inizio ha indicato che la DOMANDA di mg di XELJANZ 5, come singolo agente, era statisticamente significativamente superiore a MTX, fornente una maggior inibizione di progressione di danno unito strutturale, come misurato da cambiamento medio dal riferimento nel mTSS al mese 6 (punto finale primario) e continuo a 12 mesi (riferisca alla tabella qui sopra). Gli studi sono stati intrapresi nei pazienti di MTX-naïve con moderatamente a RA severamente attivo che sono stati ripartiti con scelta casuale per ricevere XELJANZ 5 o DOMANDA di mg 10 o a MTX dose-titolato oltre 8 settimane al settimanale di mg 20. XELJANZ non è indicato per uso nei pazienti di MTX-naïve. L'esperienza della sicurezza nei pazienti nell'inizio ORALE era coerente con i risultati delle cinque prove chiave di fase 3.

I rischi ed i vantaggi di trattamento dovrebbero essere considerati prima dell'inizio del XELJANZ in pazienti con l'infezione cronica o ricorrente; chi sono stati esposti alla tubercolosi; con una cronologia di un'infezione seria o opportunistica; chi hanno risieduto o viaggiato nelle aree delle micosi endemiche di endemico o della tubercolosi; o con le circostanze di fondo che possono predisporrle all'infezione.

Lo studio ORALE di scansione ha dimostrato che la DOMANDA di mg di XELJANZ 10 ha fornito statisticamente la riduzione significativamente maggior della progressione di danno unito strutturale come misurata da cambiamento medio dal riferimento nel mTSS confrontato a placebo a 6 mesi (punto finale primario - riferisca alla tabella qui sopra). I risultati per la dose di DOMANDA di mg 5 hanno esibito i simili effetti sulla progressione media di danno strutturale ma non erano statisticamente significativi (riferisca alla tabella qui sopra). Gli studi ORALI di scansione sono stati intrapresi in pazienti con moderatamente a RA severamente attivo che ha avuto una risposta insufficiente a MTX. I pazienti sono stati ripartiti con scelta casuale per ricevere XELJANZ 5 o DOMANDA o placebo di mg 10 e tutti i trattamenti si sono aggiunti allo sfondo MTX. Il periodo controllato per lo studio ha cessato a 6 mesi. La dose di DOMANDA di mg 10 non è approvata.

È importante notare che il contrassegno degli Stati Uniti dice la riattivazione virale, compreso i casi della riattivazione del virus di herpes (per esempio, herpes zoster), è stato osservato negli studi clinici con XELJANZ. XELJANZ dovrebbe essere utilizzato con prudenza in pazienti che possono essere al rischio aumentato per perforazione gastrointestinale (per esempio, pazienti con una cronologia di diverticolite).

Source:

Pfizer Inc.