Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli infermieri nella cura di emergenza devono essere formati per riconoscere i sintomi della setticemia meningococcica

Gli infermieri che lavorano negli ambienti di cura di emergenza devono essere formati per riconoscere i segni ed i sintomi atipici della setticemia meningococcica.

Uno studio finalizzato, pubblicato nell'infermiere di emergenza, rivela quanto facile è affinchè tali sintomi sia mancato, ritardando la diagnosi ed il trattamento di un paziente con lo stato pericoloso.

Il paziente, una donna di 36 anni, presentata ad un pronto soccorso con dolore intenso sia nei cosciotti che in un'eruzione macchiata, anche sui suoi cosciotti.

È stata data le varie droghe, compreso la codeina e successivamente la morfina endovenosa, senza effetto sul suo punteggio di dolore di 10/10.

Quattro ore dopo che presentazione e nove ore dopo che l'inizio dei sintomi lei è stato trasferito all'unità di cure intensive per le indagini successive ed il supporto e finalmente è stato diagnosticato con la setticemia meningococcica ed è stato trasferito ad un'unità neurologica dello specialista. Al momento dell'andata in stampa la sua prognosi era incerta.

L'articolo specifica che il paziente ha avuto alcuni segni e sintomi della meningite batterica ma di quelle non tipiche quali l'emicrania, la rigidezza del collo e la sensibilità dell'indicatore luminoso. Il personale, quindi, ha deciso di gestire il suo dolore prima di tentare la diagnosi.

L'autore raccomanda che gli infermieri e medici che lavorano nelle impostazioni di cura di emergenza siano formati per riconoscere i segni ed i sintomi atipici della setticemia meningococcica, in conformità con le linee guida ed i gruppi nazionali di sepsi.

Source:

Emergency Nurse