Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio del PEARL-III di AbbVie incontra i punti finali primari e secondari in pazienti con infezione da HCV cronica di GT1b

I primi risultati dettagliati da AbbVie (NYSE: Lo studio chiave di fase III di ABBV), PEARL-III, è stato presentato oggi come componente della ventunesima conferenza su conferenza stampa di infezioni opportunistiche e dei Retroviruses (CROI) ed egualmente sarà presentato come tardi-frangente alla conferenza il 4 marzo. PEARL-III ha valutato l'efficacia e la sicurezza di 12 settimane del trattamento con la terapia d'investigazione di AbbVie con o senza ribavirina (RBV) in pazienti non cirrhotic e adulti con l'infezione cronica del virus dell'epatite C del 1b di genotipo (GT1b (HCV)) che era nuova al trattamento.

Lo studio di PEARL-III ha incontrato i sui punti finali primari e secondari. Nello studio paziente 419, i tassi di risposta virologic continui dopo trattamento 12 settimane (SVR12) di 99,5 e 99,0 per cento sono stati raggiunti con il regime di AbbVie con e senza RBV, rispettivamente. Non c'erano le sospensioni della droga di studio dovuto gli eventi avversi.

“I risultati da PEARL-III sono incoraggianti, poichè dimostrano il regime di AbbVie possono raggiungere i tassi alti di SVR, con e senza ribavirina attraverso parecchie caratteristiche pazienti in quelle con l'infezione cronica di epatite virale C del 1b di genotipo,„ ha detto Peter Ferenci, M.D., professore della gastroenterologia e dell'epatologia, università medica di Vienna.

PEARL-III ha iscritto i pazienti attraverso dati demografici e le caratteristiche differenti. I tassi di risposta in pazienti con determinate caratteristiche (genere maschio, corsa nera e genotipi di IL28B NON CC) sono stati esaminati, poichè queste popolazioni pazienti sono state associate storicamente con avere una risposta in diminuzione al trattamento. Gli alti tassi di risposta sono stati osservati attraverso tutti i pazienti nello studio, compreso quelli con queste caratteristiche.

“Siamo eccitati circa i forti risultati di PEARL-III quale dimostrano tariffe raggiunte regime di AbbVie le alte SVR senza le sospensioni dovuto gli eventi avversi in pazienti nuovi al trattamento con l'infezione del 1b di genotipo,„ abbiamo detto Scott Brun, M.D., vice presidente, lo sviluppo farmaceutico, AbbVie. “Ulteriormente, con questi dati, continuiamo ad essere sul cingolo per cominciare le osservazioni regolarici importanti nel secondo trimestre di 2014. AbbVie continuerà a rivelare i risultati dettagliati supplementari di studio di fase III ai congressi scientifici futuri ed in pubblicazioni.„

Source:

AbbVie