Lo studio trova il collegamento fra Gb3 urinario elevato e la malattia di cuore

Uno speciale recentemente ha scoperto il biomarcatore, “Gb3,„ potenzialmente relativo alla sopravvivenza dei pazienti della malattia di cuore, potrebbe cambiare il modo che l'uccisore di no. 1 del paese è riflesso in futuro, secondo la ricerca pubblicata nell'edizione del 4 febbraio del giornale dell'associazione americana del cuore (JAHA).

Piombo da Raphael Schiffmann del ricercatore principale, il MD, (Direttore dell'istituto di Baylor per la malattia metabolica, la parte dell'istituto di ricerca di Baylor), lo studio ha trovato che i pazienti con un di più alto livello del globotriaosylceramide urinario del lipido (Gb3) possono essere al maggior rischio per la morte prossima come conseguenza della malattia di cuore. La presenza di Gb3 urinario elevato, con altri lipidi, ha indicato per la prima volta che la malattia di cuore è collegata alle anomalie del lipido negli organi fuori del cuore in pazienti con i moduli comuni della malattia di cuore.

Originalmente, la prova è stata progettata come studio della selezione per la malattia di Fabry, uno stato genetico raro quel avvia le complicazioni del cuore. I ricercatori hanno eseguito le analisi urinarie alla ricerca dei livelli elevati Gb3, che è comune nei pazienti di malattia di Fabry.

“Con la nostra sorpresa, abbiamo notato dopo che alcuni mesi che alcuni pazienti della malattia di cuore che non hanno avuti malattia di Fabry avevano elevato Gb3 nell'urina,„ il Dott. Schiffmann ha detto. “Simultaneamente, egualmente abbiamo trovato che alcuni di quei pazienti erano morto nel breve intervallo che era passato da quando abbiamo avuti ultimo veduto loro per questo studio della selezione.„

Con supporto statistico eccellente, il Dott. Schiffmann ed il suo gruppo poi hanno trovato che i pazienti della malattia di cuore con i livelli elevati Gb3 affrontano un elevato rischio della morte, confrontato a quelli senza volumi elevati del lipido in loro urina.

“Questo era molto un sorprendente, eppure incoraggiando, scoperta, data il fatto che l'elevazione Gb3 era - finora - probabilmente l'marchio di garanzia esclusivo della malattia di Fabry,„ il Dott. Schiffmann ha detto. “Notevolmente, questo biomarcatore è significativamente differente da quei esistenti e potrebbe essere di grande importanza per lo studio futuro sulla malattia di cuore.„

Il Dott. Schiffmann ha aggiunto che la ricerca continuata è necessaria per completamente esplorare Gb3 ed altri lipidi come biomarcatori della malattia di cuore.

Source:

Baylor Health Care System