Il dispositivo di archiviazione novello trasporta i vaccini alle parti remote del mondo

Ottenendo i vaccini di salvataggio alle parti più remote del mondo non è abilità facile. I Biopharmaceuticals sono altamente sensibili al calore ed al freddo e possono perire se la loro temperatura sposta alcuni gradi.

“La vasta maggioranza della popolazione del mondo vive nelle aree dove l'elettricità e la refrigerazione non sono affidabili,„ ha detto Bruce McCormick, Presidente delle tecnologie di SAVSU di Santa Fe. “È difficile da ottenere i vaccini a queste aree. Stiamo parlando parecchio miliardo genti.„

McCormick, un inventore, ha saputo circa gli ostacoli nella distribuzione vaccino di paesi in via di sviluppo. I vaccini ed altri materiali biologici, quale sangue, tessuto, geni, cellule staminali e proteine sono fatti degli organismi viventi che si degradano nelle temperature calde finché non siano più efficaci. E congelarsi è il pericolo ancora più grande. “Diciassette - 39 per cento di tutti i vaccini sono esposti alle temperature di congelamento con stoccaggio improprio e le uccide,„ ha detto.

Con guida tecnica da Sandia National Laboratories con il programma di assistenza del New Mexico Small Business (NMSBA), McCormick ha sviluppato una macchina per produrre ghiaccio termica solare per raffreddare i container ad alto rendimento che sicuro trasportano e memorizzano i vaccini ed i biopharmaceuticals termosensibili. Migliaia dei sistemi ora stanno usande nel mondo intero.

Congelamento involontario di causa della latta di ghiaccio

I vaccini spesso sono trasportati ai posti remoti in dispositivi di raffreddamento non alimentati dall'elettricità o si riforniscono, ma usando certo modulo di ghiaccio. Per la maggior parte dei vaccini, la temperatura deve restare fra centigrado 2 e 8 gradi (36 e 46 Fahrenheit).

“Il congelamento involontario è il risultato di buone intenzioni,„ McCormick ha detto. “I vaccini sono in un dispositivo di raffreddamento che va dal punto A indicare B. Ice è il modo primario di stoccaggio termico e la sensibilità è che più è migliore. I vaccini finiscono il congelamento.„

Il trasporto è duro da gestire e l'intervallo di distribuzione vaccino è limitato da quanto tempo un dispositivo di raffreddamento può mantenere la temperatura adeguata. “Se avete un dispositivo di raffreddamento che può tenere il vaccino vivo per 24 ore, quello è quanto tempo dovete caricare, portarlo al centro del villaggio, della comunità o di sanità ed amministrare,„ McCormick ha detto. “Di conseguenza c'è logistica complicata nel muovere i vaccini da, per esempio, una funzione di distribuzione nazionale dove hanno elettricità affidabile ad una clinica remota. Ma devono arrivare. Si è riferita a come l'ultimo miglio.„

Cinque anni fa, il programma per tecnologia applicata nella salubrità (PERCORSO), ad un'organizzazione non governativa basata a Seattle che promuove la nuova tecnologia di salubrità globalmente, pubblicata una sfida ad industria per migliorare trasporto vaccino.

McCormick, che ha edilizia di esperienza ha isolato i prodotti ed il funzionamento con i materiali nanoporous, ha formato SAVSU (unità di stoccaggio vaccino avanzata), teamed con una società che fa i rivestimenti industriali, un un prototipo - ed estratto la sfida.

Il suo primo contenitore, il NanoQ, è una casella che tiene le casse separate per ghiaccio ed il carico utile vaccino, progettata con i materiali d'isolamento che diminuiscono lo scambio di calore. Memorizza i vaccini negli ambienti caldi per i fino a 10 giorni. Un buffer termico tiene i contenuti involontariamente dal congelamento.

Il sistema usa il ghiaccio perché va ai posti in cui non ci sono risorse speciali e l'acqua è comune. “È semplice da funzionare. La gente non deve essere formata,„ McCormick ha detto.

Il PERCORSO ha chiesto se la casella potesse memorizzare più lungamente le medicine i di 10 giorni se il ghiaccio operazione swap fuori. La sostituzione del ghiaccio richiederebbe la refrigerazione nelle aree dove l'elettricità è inaffidabile. “Anche in grandi città ci sono interruzioni elettriche,„ McCormick ha detto. “Dovete avere potenza eseguire 24/7 senza l'interruzione quando usate i sistemi di refrigerazione standard.„

Il chimico dà ad imprenditore una mano

McCormick si è girato verso NMSBA, che accoppia gli imprenditori con gli scienziati ai laboratori nazionali di Los Alamos e di Sandia. Il programma di stato è stato stabilito nel 2000 dalla legislatura del New Mexico per aiutare le piccole imprese per ottenere il supporto tecnico dai laboratori. Ha fornito $39 milioni nell'assistenza a 2.195 società in 33 contee. La guida è gratuita all'affare.

La sfida era di rendere al NanoQ un'unità di deposito a lungo termine invece appena di un contenitore del trasporto. Il ghiaccio dovrebbe essere fatto nel campo. “Ho trovato le informazioni su una grande macchina per produrre ghiaccio solare fatta a Sandia negli anni 80 facendo uso di una tecnologia della refrigerazione chiamata l'adsorbimento,„ McCormick ha detto. “Ho voluto trovare uno degli ingegneri originali sul progetto.„

Si erano ritirati ed il progetto era defunto, ma con NMSBA McCormick è stato accoppiato nel 2011 con l'ingegnere Brian Iverson di Sandia, che ha trovato una vecchia versione della macchina per produrre ghiaccio solare ai laboratori. Brian la ha smontata, ha studiato la progettazione e le note del gruppo originale e l'insieme circa la fabbricazione migliore facendo uso di nuova tecnologia.

“Bruce ha avuto bisogno di un sistema di refrigerazione passivamente determinato,„ ha detto Iverson, ora un professore alla Brigham Young University. “Ho cominciato scavare in chi aveva lavorato al progetto, di cui i componenti di sistema sono stati fatti ed il trattamento da cui ghiaccia è fatto facendo uso di energia solare.„

Il chimico fisico Eric Coker di Sandia ha partecipato a. “Brian ha fatto l'assistenza tecnica ed ho catturato le sue raccomandazioni ed ho applicato la conoscenza chimica per colmare dentro le lacune di progettazione,„ Coker ha detto. “Ho ricercato che cosa i materiali lo avrebbero fatto funzionare al disgaggio Bruce hanno avuto bisogno di. Ha dovuto essere portatile e completamente fuori dalla griglia con i soli input che sono luce solare e l'acqua.„

Coker ed Iverson hanno consegnato una progettazione realizzabile. La macchina per produrre ghiaccio ha una 1 area solare della raccolta del metro-quadrato, un condensatore ed evaporatore. L'energia termica è raccolta e le unità del calore un liquido, in questo caso metanolo, da un materiale di carbonio poroso.

Il liquido si muove per gravità verso il condensatore in cui liquefa. Alla notte, quando il calore più non sta guidando il liquido fuori dal carbonio, il liquido condensato evapora ed il gas è assorbito nuovamente dentro il carbonio, ricavante il calore dall'ambiente. Quella reazione ha un effetto di raffreddamento che congela l'acqua in una depressione, creante 2 - 12 libbre di ghiaccio un il giorno. “Non ha bisogno dell'elettricità o di celle fotovoltaiche. È un ciclo di refrigerazione,„ Iverson ha detto.

McCormick ha detto che la macchina per produrre ghiaccio è chiave alla capacità di SAVSU di offrire il NanoQ alle agenzie internazionali come sostituzione permanente per i sistemi di refrigerazione costosi e poco pratici. “Vanno insieme,„ ha detto.

Il terzo mondo d'aiuto ottiene a vaccini “una bella sensazione„

McCormick ha sviluppato altri due prodotti, il CryoQ, per i materiali che devono essere spediti alle temperature surgelate ed il PHD, per le spedizioni del piccolo-volume. I prodotti di SAVSU trasportano e memorizzano tutti i tipi di biomateriali usati per trattare la malattia.

Coker, che è stato a Sandia di 13 anni, ha detto che era emozionante lavorare ad un progetto che salva le vite intorno al mondo. “È realmente una bella sensazione,„ ha detto. “È molto piacevole pensare che il lavoro ho fatto potrebbe aiutare la gente in paesi del terzo mondo a ricevere i vaccini che sono ancora nella buona forma.„

Il NanoQ è utilizzato ai centri sanitari della comunità in Asia che, in Africa ed America Latina. “Lo abbiamo veduto lavorare,„ ha detto McCormick. “Lo scopo delle caselle è di assicurare che i vaccini sono disponibili al livello comunitario quando gli scoppi accadono. Il NanoQ accoppiato con la macchina per produrre ghiaccio termica solare è un commutatore del gioco in come i vaccini sono memorizzati e si distribuiscono in paesi in via di sviluppo.„