Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati muovono un punto più vicino a conservare la fertilità in giovani ragazzi con cancro

Gli scienziati hanno mosso un punto più vicino a potere conservare la fertilità in giovani ragazzi che subiscono i trattamenti radioattivi e della chemioterapia per cancro. La nuova ricerca, pubblicata nella fertilità e nella sterilità, il giornale della società americana per medicina riproduttiva, indirizzi che la sicurezza degli scienziati di un'opzione sta sviluppando per i ragazzi che non sono sessualmente maturi e non possono contare lo sperma.

Gli scienziati mirano a congelare un campione del tessuto testicolare dei ragazzi in moda da quando raggiungono l'età adulta, potere (SSCs) essere riprodotto e trapiantare le cellule staminali spermatogonial trovate nel tessuto nuovamente dentro i pazienti. Queste celle sono responsabili di produzione dello sperma in tutto l'età adulta.

“Il nostro studio ha affrontato un problema di sicurezza importante - se le cellule tumorali che potrebbero essere presenti nei campioni di tessuto testicolari possono sopravvivere al trattamento per ripiegare le cellule staminali producenti sperma,„ ha detto l'autore principale Hooman Sadri-Ardekani, M.D., Ph.D., un istruttore in urologia e medicina a ricupero al centro medico del battista della foresta di risveglio.

“Questa è una considerazione importante a causa del potenziale di rintrodurre il cancro nel paziente,„ ha detto. “La ricerca, che ha compreso uno dei cancri di infanzia più comuni, indica che le cellule tumorali si sono eliminate. Sulla base di questi risultati, raccomandiamo che tutti i ragazzi con cancro siano offerti l'opzione di memorizzazione del tessuto testicolare per uso clinico futuro possibile.„

Sadri-Ardekani ha realizzato il lavoro con i ricercatori all'università di Amsterdam e di istituto di ricerca di Avicenna a Teheran, Iran, prima dell'aggiunta del battista della foresta di risveglio.

I Cancri che possono avere un ad alto rischio della sterilità, secondo il trattamento, sono determinate leucemie, la malattia di Hodgkin, tumori cerebrali e cancro di osso. A causa di alti tassi di sopravvivenza di cancro di infanzia - vicino a 80 per cento - più malati di cancro che mai stanno raggiungendo l'età adulta e molti affrontano i problemi di fertilità.

La ricerca corrente ha fatto partecipare le celle acute di leucemia (ALL) linfoblastica, un tipo comune di cancro di infanzia. La ricerca precedente aveva indicato che fino a 30 per cento dei ragazzi con TUTTE LE cellule tumorali avute nel loro tessuto testicolare.

Vari più presto studiano hanno tentato di eliminare le cellule tumorali dal tessuto di biopsia, ma hanno mostrato i risultati contraddittori. L'approccio di Sadri-Ardekani e dei colleghi era di studiare se le cellule tumorali avrebbero sopravvissuto al protocollo che del laboratorio si erano sviluppate per riprodurre SSCs da una piccola biopsia del tessuto. Questo trattamento moltiplica lo SSCs originale per 18.000 che la volta così là è abbastanza celle da trapiantare nuovamente dentro il paziente quando raggiunge l'età adulta.

Per la ricerca, TUTTE LE celle sono state catturate dal midollo osseo di tre pazienti. Il gruppo poi ha messo TUTTE LE celle da solo e TUTTE LE celle si sono combinate con le celle testicolari, con il trattamento della cella-riproduzione.

Anche quando TUTTE LE celle hanno composto 40 per cento della miscela delle cellule che è coltivata, interamente si sono eliminate in 26 giorni di cultura.

“Questo studio pilota ha indicato che il sistema culturale non solo permesso propagazione efficiente delle cellule staminali di sperma, ma anche eliminato TUTTE LE celle,„ ha detto Sadri-Ardekani.

Il trapianto di SSC ancora non è stato tentato in esseri umani, ma è stato eseguito con successo in parecchie specie di animali, compreso le scimmie, ha detto Sadri-Ardekani. Ha notato che prima dei medici e degli scienziati cominci ad offrire il trapianto di SSC in pazienti, la ricerca supplementare sarà necessario, includendo se altri tipi di celle di leucemia egualmente si elimineranno nel trattamento della cella-propagazione.