Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Ultrasuono di uso dei ricercatori per distruggere tessuto cancerogeno in cervello

I ricercatori a Zurigo, Svizzera hanno usato con successo per la prima volta l'ultrasuono messo a fuoco non invadente per rimuovere la parte di un tumore ricorrente del glioma tramite il cranio intatto di un paziente. La procedura è stata eseguita per valutare la possibilità e la sicurezza di ultrasuono messo a fuoco nel trattamento dei tumori cerebrali; non è stato inteso per dimostrare l'efficacia. La procedura è stata condotta facendo uso sistema del Exablate di InSightec di neuro.

L'ultrasuono messo a fuoco impiega migliaia di raggi di ultrasuono che convergono su un punto in profondità nell'organismo. A questo punto focale, l'ultrasuono può causare vari effetti biologici ed in questo caso, il calore e distruggere il tessuto cancerogeno.

Il trattamento è stato condotto al centro messo a fuoco di ultrasuono dell'ospedale pediatrico Zurigo dell'università da un gruppo piombo da Javier Fandino, M.D., professore di neurochirurgia a Kantonsspital Aarau, alla Svizzera e ad Ernst Martin, M.D., professore di neuroradiologia, l'ospedale pediatrico Zurigo dell'università.

“Il paziente era sveglio e rispondente durante il trattamento e potevamo mirare a con successo e distruggere una parte del tumore ha individuato in profondità all'interno del cervello del paziente,„ riferisce il Dott. Fandino. “Molto siamo incoraggiati che potremmo utilizzare l'ultrasuono messo a fuoco per compire questo senza gli effetti secondari o le complicazioni.„

“La capacità dell'ultrasuono messo a fuoco di compire entrambe le piccole lesioni per neurochirurgia funzionale come pure le lesioni in serie per ablazione del tumore è stupefacente,„ Dott. aggiunto Martin.

C'è un bisogno urgente per i nuovi approcci a trattare i tumori cerebrali. Con la sua abilità a non invadente ed esattamente miri e distrugga alle aree malate mentre risparmiano il tessuto cerebrale adiacente sano, l'ultrasuono messo a fuoco potrebbe essere l'innovazione che i pazienti ed i medici stanno aspettando.

“Il trattamento di questo paziente è la prima tappa critica nel percorso a sviluppare un nuovo, approccio non invadente per i pazienti con i tumori cerebrali che potrebbero servire da alternativa alla radioterapia o della chirurgia,„ ha detto Neal F. Kassell, M.D., presidente delle fondamenta messe a fuoco di ultrasuono. “I test clinici supplementari per provare la sicurezza e l'efficacia sono richiesti di tradurre questa pietra miliare in trattamento che potrebbe migliorare la qualità di vita e la longevità per le persone innumerevoli.„

Le fondamenta applaudono il lavoro del gruppo svizzero. I tumori cerebrali sono un fuoco di priorità delle fondamenta, che hanno un programma di ricerca complesso aggressivo per accelerare il progresso.

Source:

University Children's Hospital Zurich