Lo studio mostra l'impatto dell'encefalopatia epatica sui pazienti di affezione epatica

Nuovi dati presentati oggi alla manifestazione internazionale del congresso del fegato l'impatto di encefalopatia epatica sui pazienti e sui sistemi sanitari di affezione epatica.

I pazienti di affezione epatica che lo sviluppano hanno il rischio quasi doppio di morte rispetto ai simili pazienti di affezione epatica senza LUI durante lo stesso periodo di tempo.

Pazienti di affezione epatica con è ammesso più spesso all'ospedale tre volte per le malattie direttamente relative alla loro affezione epatica, rispetto ai pazienti di affezione epatica senza LUI (rapporto di ammissione del 3.588:1 per HE pazienti contro il gruppo di controllo) ed è ammesso all'ospedale uno e mezzo volte più spesso per le malattie indipendenti (rapporto di ammissione del 1.488:1 per HE pazienti contro il gruppo di controllo). Pazienti di affezione epatica con consulterà la diagnosi iniziale più spesso seguente di pronto intervento e lo resterà in ospedale più lungamente di quelli senza, collettivamente rappresentando un uso aumentato sostanza delle risorse di sanità.

Non c'è maturazione per HE all'infuori del trapianto del fegato. Tuttavia, XIFAXAN® 550 (rifaximin-α) diminuisce significativamente il rischio di ulteriore LUI episodi. Il trattamento con XIFAXAN® 550 contro cura standard (lactulose) lo offre ad un'opzione redditizia del trattamento per riduzione della ricorrenza di evidente sopra una serie di periodi di tempo differenti e scenari plausibili, per esempio rapporti incrementali della redditività ha compreso da £13,919 a £21,425 per ogni anno di salubrità perfetta guadagnata con il trattamento con XIFAXAN 550® (QALY) un periodo quinquennale.

Source:

Norgine B.V.