L'orientamento su uso di Tamiflu deve essere esaminato alla luce della maggior parte della prova recente

I BMJ e il Cochrane chiamano sui decisori di criterio di integrità e di governo per esaminare l'orientamento su uso di Tamiflu alla luce della maggior parte della prova recente

Tamiflu (il oseltamivir antivirale della droga) accorcia i sintomi di influenza entro mezza giornata, ma là non è prova concreta per supportare i reclami che riduce le ammissioni all'ospedale o le complicazioni di influenza. Ciò è secondo l'esame aggiornato di prova di Cochrane, pubblicato oggi dalla collaborazione di Cochrane, dalla rete indipendente e globale della ricerca di sanità e Dal BMJ. La prova dalle prove del trattamento conferma il rischio aumentato di sofferenza dalla nausea e di vomito. E quando Tamiflu è stato utilizzato nelle prove di prevenzione c'era un rischio aumentato di emicranie, di perturbazioni psichiatriche e di eventi renali. Sebbene una volta usata come trattamento preventivo, la droga possa diminuire il rischio di gente che soffre l'influenza sintomatica, è infondato che può fermare la gente che porta il virus dell'influenza e che lo sparge ad altre.

L'ultima rassegna aggiornata di Cochrane: Gli inibitori della neuraminidasi per impedire ed il trattamento dell'influenza in adulti ed in bambini in buona salute, è basato sui rapporti interni completi di 20 Tamiflu (oseltamivir) e 26 prove di Relenza (zanamivir). Queste prove hanno compreso più di 24,000 persone ed i risultati sfidano il presupposto storico che gli inibitori della neuraminidasi sono efficaci nell'influenza di combattimento. La prova egualmente suggerisce che ci siano motivi insufficienti per supportare l'uso di Tamiflu nell'impedire la diffusione personale di influenza. Ciò solleva ulteriori questioni circa la maggior parte del modo efficace di supportare il regolamento della droga ed il processo decisionale di politica sanitaria di salute pubblica. I reclami circa l'efficacia di Tamiflu contro le complicazioni erano un fattore chiave nelle decisioni prese dai governi intorno al mondo per accumulare queste droghe nel caso di una pandemia. Gli Stati Uniti hanno speso più di $1,3 miliardo che comprano una riserva strategica dei antivirals, mentre nel Regno Unito il governo ha speso quasi £424 milione per una riserva di circa 40 milione dosi.

Nel 2009, una mancanza di accesso ai dati di prova disponibili ha ostacolato gli sforzi dei ricercatori di Cochrane per verificare la sicurezza e l'efficacia di Tamiflu - e piombo alle domande sopra le decisioni per accumulare la droga mentre i rischi ed i vantaggi sono rimanere incerti. Oggi, I BMJ e il Cochrane pubblicano una chiamata unita al governo e decisori di criterio di integrità dappertutto, chiedendo alla luce di ultimi risultati dall'esame di Cochrane, fareste oggi le stesse raccomandazioni, scegliendo di accumulare Tamiflu?

Rispetto ad un placebo, catturare Tamiflu piombo ad un alleviamento più rapido dei sintomi del tipo di influenza appena di mezza giornata (7 giorni - 6,3 giorni) in adulti, ma nell'effetto in bambini era più incerta. Non c'era prova di una riduzione delle ospedalizzazioni o delle complicazioni serie di influenza; polmonite, bronchite, sinusite o otite confermata in adulti o in bambini. Tamiflu egualmente ha aumentato il rischio di nausea e di vomito negli adulti vicino degli intorno 4 per cento e nei bambini di 5 per cento. C'era un rischio aumentato riferito di eventi psichiatrici di intorno 1 per cento quando Tamiflu è stato usato per impedire l'influenza. La prova egualmente suggerisce che Tamiflu abbia impedito qualche gente di produrre i numeri sufficienti dei loro propri anticorpi per combattere l'infezione.

L'uso mondiale di Tamiflu, è aumentato drammaticamente nell'aprile 2009 dallo scoppio H1N1 di virus (influenza di maiali). Inizialmente è stato creduto che diminuisse i ricoveri ospedalieri e le complicazioni di influenza, quale polmonite, durante le pandemie di influenza. Tuttavia, la prova originale presentata agli enti governativi intorno al mondo era incompleta. L'esame di Cochrane ha tratto giovamento da accesso ai rapporti più completi della ricerca originale, ora messi a disposizione dai produttori, dal Roche e dal GlaxoSmithKline. Sebbene l'esame abbia confermato i piccoli vantaggi su sollievo di sintomo, c'è piccolo per giustificare tutta la credenza che diminuisce il ricovero ospedaliero o il rischio di sviluppare la polmonite confermata. Con la prova di nuoce a dal farmaco, solleva il problema di se l'accumulazione globale delle droghe è ancora giustificabile data la mancanza di prova affidabile per supportare i reclami originali dei sui vantaggi.

Il Dott. David Tovey, il redattore capo, Cochrane, ha detto: “Ora abbiamo la rassegna completa più robusta e sugli inibitori della neuraminidasi del `' che esiste. Inizialmente ha pensato per diminuire le ospedalizzazioni e le complicazioni serie da influenza, i punti culminanti di esame che Tamiflu non si rivelasse fare questo ed egualmente sembra piombo agli effetti nocivi che completamente non sono stati riferiti nelle pubblicazioni originali. Ciò mostra l'importanza di assicurazione che i dati di prova sono trasparenti ed accessibili.„

Il Dott. Tom Jefferson, il Dott. Carl Heneghan, il Dott. Peter Doshi, autori dell'esame, inibitori della neuraminidasi di Cochrane esamina il gruppo, ha detto: “L'approvazione e l'uso della droga non possono essere basati affatto lungamente su informazioni polarizzate o mancanti. Rischiamo troppo nella salubrità e nell'economia della nostra popolazione. Questo esame aggiornato di Cochrane è la prima volta un esame sistematico di Cochrane è stato basato soltanto sui rapporti clinici di studio e sulle osservazioni del regolatore. È il primo esempio di scienza aperta nella medicina facendo uso dei rapporti clinici completi di studio disponibili senza circostanze. E quindi le conclusioni sono quella molto più ricca. Invitiamo la gente a non fidarci di delle prove pubblicate da solo o sul commento dai decisori contrastanti di salubrità, ma ad osservare le informazioni per se stessi.„

L'esame raccomanda chiaramente che l'orientamento sull'uso sia degli inibitori della neuraminidasi (oseltamivir che zanamivir) nella prevenzione o del trattamento di influenza dovrebbe essere riveduto per tenere conto della prova di piccolo vantaggio ed il rischio aumentato di nuoce a.

Il Dott. Fiona Godlee, il redattore capo, British Medical Journal, ha detto: “Questo esame è il risultato di molti anni di lotte per accedere ed usare ai dati di prova, che erano precedentemente non pubblicate e perfino nascosti dalla visualizzazione. Evidenzia con certezza che le decisioni future per approvvigionare ed usare le droghe, specialmente quando su un disgaggio di massa, devono essere basate su una maschera completa della prova, sia pubblicata che non pubblicata. Abbiamo bisogno dei dati completi dai test clinici messi a disposizione per tutte le droghe nell'uso corrente. Con la nuova direttiva europea di test clinici che porta nelle norme per le droghe future, evidenzia la sfida che enorme affrontiamo. Abbiamo bisogno dell'impegno delle organizzazioni e delle compagnie farmaceutiche di mettere a disposizione tutti i dati, anche se significa ritornare 20 anni. Altrimenti rischiamo un'altra reazione del riflesso del ginocchio ad una pandemia di potenziale. E possiamo realmente permetterselo?„