Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il fumo prenatale, fattori di rischio genetici aumenta il comportamento aggressivo in bambini

I ricercatori hanno trovato la prova di un'interazione fra il fumo prenatale ed i fattori di rischio genetici che aumentano il comportamento aggressivo in bambini, particolarmente in ragazze.

“L'emissione interessante è che non tutti i bambini esposti al fumo prenatale avranno problemi comportamentistici. Alcuni potrebbero, ma altri non non,„ ha detto Brian Boutwell, assistente universitario alla Sam Houston State University, all'istituto universitario di giustizia penale ed all'autore senior sullo studio. “Una spiegazione possibile per questa è che l'effetto dell'esposizione prenatale del fumo dipende dalla presenza “di avviamento dell'influenza; “in questo caso, abbiamo studiato se i fattori di rischio genetici potrebbero fungere da appena tal grilletto.„

Lo studio, “il fumo prenatale ed il rischio genetico: L'esame delle origini di infanzia di realizzazione dei problemi comportamentistici,„ piombo da Melissa Petkovsek, uno studente di laurea allo stato di Sam Houston ed è stato basato su un campione nazionalmente rappresentativo di 1.600 gemelli, compreso le paia identiche e fraterne, raccolte durante la prima infanzia. Lo studio ha trovato che i bambini hanno esposto al fumo prenatale e chi egualmente ha avuto una tendenza genetica aumentata per comportamento antisociale, esibita i problemi di comportamento più pronunciati durante l'infanzia. Interessante, questa interazione gene-ambiente era più pronunciata in femmine.

Lo studio dimostra che le esperienze ambientali prenatali possono influenzare i problemi comportamentistici futuri in bambini, particolarmente congiuntamente alla presenza di fattori di rischio genetici. Infine, lo studio ha presentato quattro risultati chiave:

  • I fattori di rischio genetici aumentano i problemi comportamentistici in bambini
  • Il fumo materno prenatale, quando in modo isolato, non è sembrato direttamente provocare i problemi comportamentistici

  • L'influenza dei fattori di rischio genetici sui problemi di comportamento era più pronunciata per i bambini esposti al fumo prenatale

  • L'interazione fra i fattori genetici ed il fumo prenatale è stata isolata alle femmine

La ricerca corrente sottolinea il collegamento fra i fattori genetici ed i comportamenti antisociali. Boutwell ha detto quello mentre la maggior parte della ricerca mette a fuoco sui fattori ambientali, quali la famiglia e le vicinanze, è importante da esplorare gli ambienti alternativi, quali le esperienze prenatali, per guadagnare una migliore comprensione delle origini dei comportamenti di problema.

“I sociologi hanno passato le decadi che esaminano che cosa accade con i genitori e la famiglia per provare e determinare perché alcuni bambini sviluppano i problemi comportamentistici ed altri non fanno,„ ha detto Boutwell. “Mentre non stiamo dicendo che gli ambienti della famiglia sono completamente poco importanti, le esperienze ambientali comprendono molto appena parenting. È possibile, infatti, che altre esperienze ambientali possono importare altrettanto molto e forse più in alcuni casi, per lo sviluppo che semplicemente che cosa accade dentro la casa fra i genitori ed i bambini.„