Gli adolescenti con ADHD hanno interrotto le connessioni fra le aree differenti del cervello

Un nuovo studio ha trovato che i bambini e gli adolescenti con disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) hanno interrotto le connessioni fra le aree differenti del cervello che sono evidenti su imaging a risonanza magnetica funzionale dello riposare-stato (rfMRI). I risultati di questa ricerca sono pubblicati online in radiologia del giornale.

I risultati indicano il potenziale di rfMRI di contribuire a fornire la diagnosi precoce obiettivamente accurata e di un disordine che pregiudica circa 5 per cento dei bambini e degli adolescenti universalmente.

ADHD è un disordine caratterizzato dai gradi età-inadeguati di disattenzione, di iperattività e di impulsivity. Gli studi funzionali di MRI, che misurano l'attività di cervello quando una persona è messa a fuoco su un compito particolare, hanno implicato il circuito frontostriatal del cervello, una collezione di vie neurali nel lobo frontale del cervello che aiuta il comportamento di controllo. Tuttavia, la fisiologia specifica del cervello che è alla base di ADHD rimane capita male.

Per il nuovo studio, i ricercatori hanno usato il rfMRI, una tecnica relativamente nuova che valuta la funzione neurale quando il cervello non è messo a fuoco su un compito specifico. La tecnica è utile per l'esplorazione dell'indipendente dell'organizzazione funzionale del cervello dalla prestazione di compito.

I ricercatori hanno paragonato i risultati in 33 ragazzi a ADHD, le età 6 - 16 del rfMRI, con quelli di 32 invecchiati similmente, comandi sani. Hanno correlato i risultati di MRI con i risultati dalle prove della funzione esecutiva, di un termine per l'insieme dei trattamenti mentali coinvolgere nella progettazione, dell'organizzazione, della gestione di tempo e delle emozioni di regolamentazione, tra l'altro. La gente con ADHD ha spesso funzione esecutiva anormale.

I risultati hanno indicato che i pazienti con ADHD avevano alterato la struttura e la funzione situate nelle aree del cervello come la corteccia orbitofrontal, che soprattutto è compresa nel processo conoscitivo della pianificazione strategica e il pallidus di globus, che è compreso nel controllo inibitorio esecutivo.

“Il nostro studio suggerisce che le anomalie strutturali e funzionali in queste regioni del cervello potrebbero causare la disattenzione e l'iperattività dei pazienti con ADHD e stiamo facendo ulteriore analisi sulla loro correlazione con i sintomi clinici,„ ha detto il gong di Qiyong, M.D., il Ph.D., un neuroradiologist dal dipartimento della radiologia all'ospedale ad ovest della Cina dell'università di Sichuan in Sichuan, Cina. “I nostri risultati preliminari mostrano l'associazione fra i risultati della rappresentazione ed i sintomi.„

I ricercatori egualmente hanno trovato le anomalie nelle connessioni fra le reti del cervello dello riposare-stato connesse con disfunzione esecutiva. Queste anomalie indicano le alterazioni più diffuse del cervello in ADHD che precedentemente era stato indicato, il Dott. Gong ha detto.

La prospezione dell'associazione fra attività di cervello e la funzione del dirigente ha potuto essere utile meglio nella caratterizzazione dei pazienti con ADHD e nella comprensione della patofisiologia che è alla base della circostanza, secondo il Dott. Gong.

“I nostri risultati indicano l'utilità clinica potenziale dei cambiamenti del rfMRI come indicatore utile, che possono aiutare nella diagnosi e nella progressione di malattia di video e, conseguentemente, possono informare l'intervento clinico tempestivo in futuro,„ ha detto.

Il Dott. Gong ha indicato che i più grandi studi sono necessari convalidare i risultati. I ricercatori egualmente pianificazione studiare col passare del tempo i cambiamenti nella connettività nei pazienti di ADHD ed esplorare le differenze di potenziale della connettività funzionale fra i sottotipi clinici di ADHD, quali distrazione e l'iperattività.

Lo studio di ADHD fa parte di più grande progetto dal gruppo del Dott. Gong al SIG. centro di Huaxi di ricerca dell'ospedale ad ovest della Cina per esplorare il potenziale diagnostico e prognostico di MRI nei disordini psichiatrici.