Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova tecnica può predire quale colpo vittime trarranno giovamento dalle droghe grumo-rompentesi

I ricercatori di Johns Hopkins dicono hanno sviluppato una tecnica che può predire che - con 95 per cento di accuratezza - che segnano le vittime trarranno giovamento dalle droghe endovenose e grumo-rompentesi e che soffriranno lo spurgo pericoloso e potenzialmente letale nel cervello.

Riferendo il 15 maggio online nel colpo del giornale, il gruppo di Johns Hopkins dice che queste previsioni sono state permesse applicando un nuovo metodo hanno messo a punto che gli usi l'imaging a risonanza magnetica standard (MRI) scandisce alle misure danneggiamento della barriera ematomeningea che protegge il cervello dall'esposizione della droga.

Se ulteriori prove confermano l'accuratezza del loro metodo, potrebbe costituire la base di impiego ampliato e più preciso di tPA che endovenoso, una droga che corrente è limitata ai pazienti che sono in 4,5 ore di un inizio del colpo, per avere la migliore probabilità di dissoluzione del coagulo di sangue che causa il colpo senza causare i danni supplementari.

Se medici avessero uno strumento sicuro e affidabile di determinare quali pazienti potrebbero ancora essere esterno sicuro trattato che la finestra, più pazienti potrebbe essere aiutata, i ricercatori dicono.

“Se possiamo ripiegare i nostri risultati in più pazienti, indicherà possiamo identificare quale gente è probabile avere cattivi risultati, miglioranti la sicurezza della droga ed anche potenzialmente permettendo che noi diamo la droga ai pazienti che corrente vanno non trattati,„ dice la guida Richard Leigh, M.D., un assistente universitario della neurologia e la radiologia di studio alla scuola di medicina di Johns Hopkins University.

Il metodo di Leigh è un programma informatico che lascia i medici vedere quanto gadolinio, il materiale di contrasto iniettato nel filone di un paziente durante la scansione di MRI, ha colato nel tessuto cerebrale dai vasi sanguigni circostanti. Quantificando questo danno in 75 pazienti del colpo, Leigh ha identificato una soglia per la determinazione quanta dispersione era pericolosa. Poi, lui e suo gruppo hanno applicato questa soglia a quelle 75 registrazioni per determinare come avrebbe predetto chi aveva sofferto un'emorragia cerebrale e chi non ha avuto. La nuova prova ha predetto correttamente il risultato con 95 per cento di accuratezza.

La barriera ematomeningea è un carter unico dei vasi sanguigni che limita il passaggio delle molecole dalla circolazione sanguigna nel cervello. Senza, il cervello è aperto all'infezione, all'infiammazione ed all'emorragia. I pazienti ischemici del colpo sono a rischio di spurgo nel cervello quando c'è danneggiamento della barriera.

In un colpo ischemico, un coagulo di sangue è attaccato in un'imbarcazione, tagliante il flusso sanguigno ad una parte del cervello, che comincerà a morire più lungo il grumo rimane. Quando i pazienti vengono all'ospedale in alcune ore di sofferenza del colpo ischemico, medici si muovono rapidamente per dare il tPA endovenoso, sperante che dissolva il grumo senza causare il danno supplementare.

In approssimativamente 30 per cento dei pazienti, ricevere il tPA fornisce tempestivamente il notevole vantaggio. Qualche gente - approssimativamente 6 per cento dei pazienti del colpo là sono già troppo danneggiamento fatto della barriera ematomeningea e la droga causa lo spurgo nel cervello, nella lesione severa ed a volte nella morte.

Ma medici non hanno saputo con alcuna precisione che i pazienti sono probabili soffrire un'immagine al vivo relazionata con la droga e che non sono. In queste situazioni, se i medici conoscessero le dimensioni del danneggiamento della barriera ematomeningea, potrebbero a più sicuro amministrano il trattamento, Leigh dice.

La maggior parte dei pazienti del colpo, note di Leigh, non ottengono ad un ospedale all'interno della finestra per uso ottimale del tPA, in modo dai medici non danno loro il tPA, temente le complicazioni pericolose. A volte, il trattamento più aggressivo può essere tentato, come estrarre il grumo meccanicamente tramite catetere infilato dall'area dell'inguine o direttamente iniettando il tPA nel cervello.

Tipicamente, i medici fanno una scansione di CT di una vittima del colpo per vedere se lui o lei ha spurgo visibile prima dell'amministrazione del tPA. Leigh dice il suo programma informatico, che funziona con una scansione di MRI, può individuare i cambiamenti sottili alla barriera ematomeningea che sono altrimenti impossibli da vedere. Se i suoi risultati sostengono, Leigh dice, “dovremmo probabilmente fare le scansioni di MRI in ogni paziente del colpo prima che diamo il tPA.„

Il più grande ostacolo nel riuscito trattamento del colpo è stato sempre tempo, note di Leigh. Più lungamente cattura affinchè un paziente sia trattato, meno la probabilità di un ripristino completo. Una scansione di MRI cattura più lungamente a comportamento nella maggior parte delle istituzioni che una scansione di CT, Leigh concede. Ma se i vantaggi di entrare il tPA nella persone giuste - e per di più, proteggenti la gente sbagliata dall'ottenerlo - superano in peso nuoce a di attesa un poco più lungamente per ottenere i risultati di MRI, medici dovrebbe studiare la possibilità di cambiare la loro pratica.

“Se potessimo eliminare tutte le emorragie intracraniche, la varrebbe,„ dice.

Leigh ora sta analizzando i dati dai pazienti che hanno ottenuto altri trattamenti per il colpo fuori della finestra tipica di tempo, in alcuni casi molte ore dopo il taglio approvato dalla FDA per tPA. È possibile, dice, che qualche gente che viene all'ospedale molte ore dopo che un colpo può ancora trarre giovamento da tPA, il solo trattamento approvato dalla FDA per il colpo ischemico.

Source:

Johns Hopkins Medicine