Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Angiochem presenta i dati sul coniugato della droga del paclitaxel-peptide ANG1005 alla cinquantesimo riunione annuale di ASCO

Angiochem, droghe di sviluppo cliniche della fase di una società di biotecnologia che sono unicamente capaci di attraversamento della barriera ematomeningea (BBB), oggi annunciate la presentazione dei dati per il suo cavo droga il candidato, ANG1005, un coniugato novello della droga del paclitaxel-peptide, alla società americana della riunione annuale clinica dell'oncologiath 50 in Chicago, l'IL. Gli studi clinici di fase 1 e di fase 2 hanno dimostrato i segni di promessa sia dello SNC che dell'attività antitumorale periferica di ANG1005 in pazienti con le metastasi del cervello compreso i pazienti di cancro al seno. Sulla base di questi dati, Angiochem egualmente ha annunciato oggi che la società ha iniziato un test clinico di fase 2 con ANG1005 destinato per confermare questa attività antitumorale come nuovo approccio potenziale a curare il cancro al seno di HER2+. 

“I dati che sono presentati sul nostro candidato del prodotto del cavo, ANG1005, sottolineature la sua utilità potenziale nel trattamento cervello e delle metastasi periferiche da cancro al seno e da altri tumori solidi,„ ha detto Jean Paul Castaigne, M.D., presidente e direttore generale di Angiochem. “L'efficace gestione dei pazienti con le metastasi del cervello continua ad essere una sfida clinica importante. Attivamente penetrando la barriera ematomeningea e le cellule tumorali tramite il ricevitore LRP-1, ANG1005 suscita sia lo SNC che le risposte periferiche del tumore e fornisce una nuova opzione potenziale del trattamento per questa difficile curare la popolazione paziente.„

I dati da presentare a ASCO comprendono i risultati a partire da una fase 1 e studi clinici di fase 2 di iniziale di ANG1005 pazienti in cancro al seno di HER2- e di HER2+ e tumori solidi con le metastasi del cervello in cui i segni di promessa di attività antitumorale sono stati osservati sia in SNC che alla periferia. Questi studi supportano l'avanzamento dello studio clinico neo-iniziato di fase 2 completi per ANG1005 nei pazienti di cancro al seno di HER2+ con le metastasi del cervello.

ANG1005 rappresenta un prodotto classe prima dell'oncologia che fa leva la via in relazione con il ricevitore della proteina 1 della lipoproteina di densità bassa (LRP-1) per attraversare la barriera ematomeningea (BBB) e per entrare nelle cellule tumorali. Oltre allo studio clinico neo-iniziato di fase 2 completi in pazienti con le metastasi progressive o ricorrenti del cervello dal cancro al seno di HER2+, ANG1005 egualmente sta valutando in uno studio clinico di fase 2 in corso in pazienti con i tumori al cervello primari quali il multiforme ricorrente di glioblastoma (GBM) ed il glioma anaplastico.

In una presentazione del manifesto ha autorizzato “la valutazione dello SNC e l'attività antitumorale periferica di ANG1005 in pazienti con le metastasi del cervello dai tumori del petto e da altri tumori solidi avanzati,„ Nancy U. Lin, M.D., Direttore clinico Breast l'Oncology all'istituto del Cancro di Dana Faber presenterà la fase 1 e la fase 2 dati clinici che hanno dimostrato l'attività antitumorale di ANG1005 sui tumori dello SNC e sulle metastasi periferiche, fornenti il vantaggio paziente supplementare.

  • In un'intensificazione della dose di fase 1 (mg/m) lo studio clinico 302 - 700 di ANG1005 in tumori solidi con le metastasi che progressive del cervello 21 paziente ha dosato con ANG1005 a ≥ 420 mg/m2 è stato valutato per la risposta compreso la risposta globale del tumore (SNC ed unità periferica).
    • SNC: Quattro (22%) hanno raggiunto le risposte parziali (PR) e dieci (56%) hanno raggiunto la malattia stabile
    • Unità periferica: Quattro (25%) hanno raggiunto le risposte parziali e 7 (44%) hanno raggiunto la malattia stabile
  • In un aperto contrassegno di fase 2, il singolo studio del braccio con due pazienti di cancro al seno dei gruppi (HER2+ e HER2-) con i pazienti di metastasi 61 e 32 del cervello è stato valutato per lo SNC e la risposta periferica del tumore, rispettivamente, alla dose di ANG1005 a 550 mg/m2 o a 650 mg/m2
    • SNC: 15 (25%) hanno raggiunto le risposte parziali e 34 (56%) hanno raggiunto la malattia stabile
    • Unità periferica: 8 (25%) hanno raggiunto le risposte parziali e 16 (50%) hanno raggiunto la malattia stabile
Source:

Angiochem