Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

MRI dà segni del trauma cranico in moderato ed in bambini prematuri recenti

I bambini sopportati 32 - 36 settimane nella gestazione possono avere i più piccoli cervelli ed altre anomalie del cervello che potrebbero piombo ai problemi inerenti allo sviluppo a lungo termine, secondo un nuovo studio pubblicato online in radiologia del giornale.

Gran parte della conoscenza attuale sullo sviluppo prematuro del cervello e della nascita è stata tirata dagli studi molto su prematuro sopportato persone, o su meno di 32 settimane nella gestazione alla nascita.

Per il nuovo studio, i ricercatori in Australia hanno messo a fuoco sul moderato e (MLPT) sui bambini prematuri recenti - quei nati fra i 32 giorni zero, di settimana e 36 settimane, i sei giorni, nella gestazione. I bambini di MLPT rappresentano circa 80 per cento di tutte le nascite premature e sono responsabili di gran parte dell'aumento nelle tariffe della nascita prematura durante gli ultimi 20 anni. Malgrado questo, fin qui non ci sono stati studi su grande scala pubblicati sulle alterazioni del cervello connesse con la nascita di MLPT che può fornire la comprensione nelle relazioni di cervello-comportamento in questo gruppo di bambini.

“In quei bambini molto prematuri, nel trauma cranico da spurgo nel cervello o in una mancanza di flusso sanguigno, di ossigeno o di nutrizione al cervello può spiegare alcuno dello sviluppo anormale del cervello che accade,„ ha detto l'autore principale dello studio, Jennifer M. Walsh, M.B.B.Ch., B.A.O., M.R.C.P.I., dall'ospedale delle donne reali a Melbourne, l'Australia. “Tuttavia, in alcuni bambini prematuri, non ci può essere spiegazione ovvia per perché il loro sviluppo del cervello compare lento rispetto ai bambini riguardati tempo.„

Per imparare più, i ricercatori hanno eseguito gli esami (MRI) di imaging a risonanza magnetica su 199 MLPT e su 50 infanti termine-nati (una gestazione di più maggior di 37 settimane) fra 38 - 44 settimane della gestazione. Hanno cercato i segni del trauma cranico ed hanno confrontato la dimensione e la maturazione delle strutture multiple del cervello nei due gruppi.

Mentre le tariffe di lesione erano simili fra i due gruppi, la nascita di MLPT è stata associata con la più piccola dimensione del cervello all'età termine-equivalente. Inoltre, gli infanti di MLPT hanno avuti myelination meno sviluppato in una parte del cervello e della piegatura gyral più acerba rispetto ai comandi termine-nati. La formazione di Myelination-the di guaina isolante grassa intorno ad un certo nervo fibra-e la piegatura d'profilatura- gyral della corteccia cerebrale per aumentare la superficie del cervello area-sono trattamenti importanti nello sviluppo iniziale del cervello.

I risultati suggeriscono che la nascita di MLPT possa interrompere la traiettoria prevista della crescita del cervello che si presenterebbe normalmente negli ultimi due circa mesi in utero, secondo il Dott. Walsh.

“Poichè la crescita del cervello è molto rapida in ultimo un terzo della gravidanza, è forse non sorprendente che essendo sopportando durante questo periodo potenzialmente vulnerabile può interrompere lo sviluppo del cervello,„ lei ha detto. “La crescita del cervello è molto complessa, facendo partecipare non solo i neuroni con cui pensiamo e facciamo le cose, ma anche le altre cellule cerebrali che supportano i neuroni ed è vitale per la funzione normale del cervello.„

I ricercatori stanno sperando di imparare nella maggior profondità l'impatto che moderano alla nascita prematura recente hanno sul cervello, di modo che possono poi cominciare a provare i trattamenti differenti destinati per migliorare la funzione del cervello ed il risultato a lungo termine in questi infanti.

“I farmaci, con intervento iniziale per aiutare i genitori a capire i bisogni del loro bambino, sono stati efficaci nell'aiuto dei bambini molto prematuri prendono ai loro pari termine-nati,„ il Dott. Walsh ha detto. “Tuttavia, se c'è ne dei trattamenti attuali aiuteranno i bambini sopportati fra 32 e 36 settimane è sconosciuto, poichè non sono stati studiati molto affatto.„

I ricercatori pianificazione seguire gli infanti nel gruppo di studio con l'infanzia per imparare più circa la relazione fra le anomalie del cervello ed i risultati successivi. Egualmente stanno valutando le informazioni supplementari di MRI sulla struttura e sulla funzione del cervello in questi bambini.

“Capendo che problemi hanno e che cosa potrebbero causarli sono il primo punto nella prova di migliorare il loro risultato a lungo termine,„ il Dott. Walsh ha detto.