Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuova struttura per il video dello sviluppo orale del cancro, progressione, ricorrenza

Ogni anno, circa 22.000 Americani sono diagnosticati con cancro orale. Il tasso di sopravvivenza quinquennale di 40% negli Stati Uniti è uno dei più basse dei cancri principali e non è migliorato durante i 40 anni scorsi. Più gente muore ogni anno negli Stati Uniti da cancro orale che dal melanoma, cervicale, o dal cancro ovarico. Universalmente, l'incidenza di cancro orale sta aumentando, specialmente fra i giovani e le donne, con i 350.000 - 400.000 nuovi casi stimati diagnosticati ogni anno.

“L'uso principale di fattori di rischio, del tabacco e dell'alcool, da solo non può spiegare i cambiamenti nell'incidenza, perché il cancro orale egualmente si presenta comunemente in pazienti senza una cronologia dell'esposizione dell'alcool o del tabacco,„ ha detto il Dott. Brian Schmidt, professore di ambulatorio orale e maxillofacial e Direttore del centro del Bluestone per la ricerca clinica all'istituto universitario di NYU dell'odontoiatria (NYUCD).

I cambiamenti nella comunità microbica sono associati comunemente con le malattie dentarie quale la malattia peridentale, che è più probabile una malattia polimicrobica caratterizzata dalla conseguenza di determinati organismi patologici e il periodontitis cronico è stato riferito per essere un fattore di rischio per le lesioni ed i cancri premaligni orali.

“Sappiamo che altri cancri, compreso la cistifellea, colon, polmone e prostata, sono stati associati con le infezioni batteriche particolari, in modo da abbiamo supposto che le variazioni nella composizione del microbiome normale della cavità orale potrebbero essere promotori o cause di cancro orale,„ abbiamo detto il Dott. Albertson.

DRS. Schmidt e Albertson ed il loro gruppo hanno profilato i cancri ed anatomicamente hanno abbinato il tessuto normale controlaterale dallo stesso paziente ordinando i amplicons ipervariabili di regione di DNAr 16S. I risultati del gruppo, “cambiamenti in abbondanza del microbiota orale connesso con cancro orale,„ ha pubblicato online nel giornale PLOS UNO (giugno 2014), cominciano a sviluppare una struttura per lo sfruttamento del microbiome orale per il video lo sviluppo, la progressione e della ricorrenza orali del cancro.

Nei campioni del cancro sia da una scoperta (n=5) che un gruppo successivo di conferma (n=10), abbondanza di Firmicutes (particolarmente streptococco) e Actinobacteria (particolarmente Rothia) è stato diminuito significativamente riguardante i campioni normali controlaterali dallo stesso paziente. Le diminuzioni significative in abbondanza di questi fili sono state osservate per i pre-Cancri, ma non quando confronta i campioni dai siti controlaterali (linguetta e pavimento della bocca) dalle persone in buona salute. Facendo uso delle differenze in abbondanza dei generi gli actinomici, Rothia, streptococco e fusobatterio, il gruppo poteva separare la maggior parte dei campioni del cancro da pre-Cancro e dai campioni normali.

“La cavità orale offre un'opportunità relativamente unica di schermare alle persone di rischio per cancro (orale), perché le lesioni possono essere vedute e come abbiamo trovato, la variazione nel microbiome del cancro e pre le lesioni del cancro del ‑ confrontate al tessuto normale clinicamente anatomicamente abbinato dalla stessa persona può essere individuata non nei campioni dilagante raccolti del tampone del ‑.„ Dott. detto Schmidt.

Non il ‑ dilagante che campiona il microbiome delle lesioni orali e del tessuto normale corrispondente apre la possibilità non solo per individuare i cambiamenti associati ‑ del cancro contemporaneamente per indicare, ma la stabilità relativa del microbiome orale adulto egualmente offre l'opportunità di riflettere col passare del tempo le variazioni nelle comunità batteriche.

“Qui abbiamo osservato i cambiamenti nel microbiome, che, nei più grandi studi futuri, può essere confermato come biomarcatore potenziale dei cancri orali o pre dei cancri del ‑ e possiamo anche avere utilità per discriminare i pazienti con le metastasi di linfonodo,„ notiamo il Dott. Albertson. “Inoltre, ci sono altre sfide nella gestione clinica dei cancri orali che trarrebbero giovamento dai migliori strumenti diagnostici.„

I malati di cancro orali sono egualmente a rischio dei secondi cancri primari e le ricorrenze. Il microbiome può fornire le impronte che possono essere usate come biomarcatore per il video dei cambiamenti del campo connessi con il tasso alto di secondi cancri orali primari e di ricorrenze. Il gruppo egualmente prende atto della possibilità medicamente di modulazione del microbiome orale per il trattamento dei pre-Cancri orali e dei campi nocivi (cancerization del campo).