Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: E-sigarette annunciate spesso su Twitter

le E-sigarette, anche conosciute come le penne o i e-hookas vaping, sono annunciate comunemente su Twitter e cinguetta spesso il collegamento ai siti Web commerciali che promuovono l'uso di e-cig, secondo l'università dell'Illinois ai ricercatori di Chicago.

Lo studio, pubblicato come supplemento speciale nell'emissione del luglio 2014 tabacco del 16 giugno online rilasciato controllo, ha implicazioni per i regolamenti futuri di FDA sull'introduzione sul mercato delle e-sigarette e dei prodotti relativi.

“C'è questo intero selvaggio ad ovest delle piattaforme sociali di media - Facebook, Twitter e Instagram - e FDA non ha modo tenere la carreggiata che cosa sta accadendo in quelle piattaforme,„ ha detto Jidong Huang, ricercatore senior all'istituto di UIC per la ricerca di salubrità e polizza e autore principale dello studio.

Mentre annunciare per le sigarette convenzionali lungamente è stata proibita, le e-sigarette sono annunciate ordinariamente nei media tradizionali (stampa, televisione e radio) e nei media sociali.
I ricercatori raccolti cinguetta e meta dati relativi alle e-sigarette durante il periodo di due mesi nel 2012. Facendo uso di metodologia statistica novella e delle parole chiavi con attenzione scelte, hanno catturato più di 70.000 cinguettano relativo ai e-cigs.

Fra quei 70.000 cinguetta, quasi 90 per cento erano commerciali cinguettano e soltanto 10 per cento erano “organici,„ o diverse opinioni del consumatore. Completamente 94 per cento dell'annuncio pubblicitario cinguettano hanno compreso un collegamento del sito Web, mentre soltanto 11 per cento dell'organico cinguetta ha fatto.

Dell'annuncio pubblicitario cinguetta, 11 per cento citato terminando il fumo e più dei provini offerti un terzo o gli sconti per approvvigionare i prodotti di e-cig.

Sebbene soltanto 11 per cento dell'annuncio pubblicitario cinguetti cessazione di fumo fornita di rimandi, il numero assoluto è significativo, Huang ha detto, se considerato sopra i calendari più lunghi che i due mesi dello studio.

Twitter è il motore di ricerca secondo più esteso dopo Google.

“Se i capretti o la ricerca della gioventù “della penna vaping„ o “del e-cig„ su Twitter, essi otterranno i collegamenti ai siti commerciali in cui possono approvvigionare questi punti,„ ha detto Huang. A differenza di Facebook e di alcune altre piattaforme in cui una può fissare i comandi della segretezza, tutte le informazioni su Twitter sono accessibili a chiunque.

La ricerca precedente ha dimostrato la crescita rapida in uso e la consapevolezza delle e-sigarette fra gli adulti e la gioventù negli ultimi anni. Tuttavia, c'è prova limitata relativa all'impatto a lungo termine della salubrità dei prodotti, all'efficacia nella cessazione di fumo - o al ruolo come “gateway„ ad altri prodotti del tabacco.

“Conosciamo pochissimo circa di cui questi prodotti sono fatti e del che genere di prodotti chimici è nel e-succo,„ Huang abbiamo detto.

Lo studio non ha esaminato chi è stato esposto ai messaggi, ma è conosciuto che gli utenti di Twitter sono soprattutto giovani adulti (le età di 30 per cento 18-29) e afroamericano (27 per cento) o latino (28 per cento).

“Dato alla gioventù sostanziale la presenza sui media sociali, la vendita delle e-sigarette su quelle piattaforme può attirare i non-fumatori - gioventù in particolare - per sperimentare con ed iniziare l'uso della e-sigaretta,„ scriva gli autori.

Source:

University of Illinois