Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La coesistenza dello scavo coroidico focale con altre malattie coroidiche altera la visione

Dal pifferaio di Lucy, reporter senior dei medwireNews

Lo scavo coroidico focale (FCE) sembra essere relativamente comune e può essere nocivo alla visione, uno studio dei pazienti coreani suggerisce.

Questo effetto era in gran parte attribuibile alle malattie coroidiche maculari di coesistenza, dice i ricercatori di studio, piombo da Christopher Seungkyu Lee (università di Yonsei di medicina, Seoul, Corea del Sud). E, sebbene classicamente probabilmente una malformazione congenita, moduli acquistati della circostanza, derivando dallo sfregio dei cambiamenti nel livello coroidico, esista.

I risultati, pubblicati in oftalmologia, fanno luce sulle cause e le implicazioni cliniche di FCE, che i ricercatori dicono sono state “in gran parte sconosciute„ finora.

la tomografia ottica della coerenza del Spettrale-dominio ha identificato FCE in 41 occhio di 38 persone, da due centri medici terziari in Corea. Una volta considerata insieme con la ricerca pubblicata, questa serie di caso in pazienti asiatici, ha invecchiato una media di 50 anni, suggerisce che ci potrebbe essere una predisposizione a FCE fra le persone asiatiche, dicesse il gruppo, aggiungente che ulteriore convalida di questa è necessaria.

La maggior parte dei pazienti erano moderatamente miopi ed hanno avuti un errore rifrangente medio - di 3,7 dioptres. Lo spessore coroidico subfoveal medio degli occhi di FCE era µm 284, che non ha differito significativamente da quello di 41 persona abbinata per l'età, il genere e l'errore rifrangente ed è quindi improbabile da essere una caratteristica della circostanza.

Ma i ricercatori notano che lo spessore coroidico di media nell'ambito dell'evacuazione è stato diminuito in 22 occhi con il tessuto coroidico hyperreflective, a 128 contro µm 190 in quelli senza tessuto coroidico hyperreflective.

In tutto, 12 (29%) FCEs erano del tipo non conforme di scavo, in cui c'è una separazione fra i suggerimenti del fotoricettore e l'epitelio retinico del pigmento e questi sono stati associati significativamente con i sintomi visivi, in gran parte dovuto l'co-avvenimento con chorioretinopathy sieroso centrale (CSC).

Effettivamente, i sintomi visivi in 19 dei 23 occhi sintomatici sono stati attribuiti a patologia maculare concorrente; CSC in 10 occhi e neovascularisation coroidico (CNV) in nove occhi, compreso uno con le funzionalità vasculopathy coroidiche (PCV) polypoidal.

I quattro occhi sintomatici rimanenti hanno avuti scavo nell'area foveal, tre di cui erano del tipo non conforme.

I ricercatori notano che c'erano due istanze dove FCE si è presentato come mutamento oculare secondario. In un caso, un piccolo scavo coroidico si è sviluppato durante il CNV che sfregia oltre 45 mesi di seguito, mentre in un altro concurrent di caso con PCV, l'area scavata ingrandetta leggermente oltre 52 mesi di seguito.

“Può essere il caso che FCE può sviluppare come una lesione congenita o lesione acquistata„, dice i ricercatori. “Questi 2 tipi di FCE necessariamente non rappresenterebbero la stessa entità di malattia o non dividerebbero la stessa patogenesi.„

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.