Nuovo meccanismo di resistenza di chemioterapia nel cancro al seno infiammatorio triplo-negativo

I ricercatori all'istituto del Cancro della sosta di Roswell (RPCI) hanno identificato un meccanismo delle celle che di cancro al seno quello piombo alla resistenza della chemioterapia nel cancro al seno infiammatorio. Questi risultati preclinici, pubblicati online davanti alla stampa nel giornale internazionale dell'oncologia, forniscono la prova per un approccio terapeutico potenziale che riparerà la sensibilità alla chemioterapia e migliorerà il trattamento dei tumori infiammatori del cancro al seno.

“Questo studio costituisce la base per la ricerca futura in pazienti con cancro al seno ed offre la speranza per la terapia mirata a per i pazienti con cancro al seno infiammatorio triplo-negativo aggressivo,„ ha detto il ricercatore Mateusz Opyrchal, M.D., il Ph.D., assistente universitario del cavo dell'oncologia a RPCI.

Il cancro al seno infiammatorio è il tipo più aggressivo di cancro al seno avanzato ed è caratterizzato dallo sviluppo rapido, dalla resistenza alla chemioterapia, dalle metastasi iniziali e da una prognosi difficile. Le celle di cancro al seno infiammatorie video un fenotipo triplo-negativo del cancro al seno che manca dei ricevitori stati necessari per promuovere la crescita del tumore. Di conseguenza, i trattamenti comuni come la terapia endocrina ed ottimizzazione molecolare del ricevitore HER-2 non sono efficaci per questo sottotipo del cancro al seno. Nessuna terapia mirata a è stata approvata per i tumori triplo-negativi noninflammatory ed infiammatori del cancro al seno ed il livello della terapia per questi tumori è una combinazione di agenti chemioterapeutici citotossici convenzionali.

In laboratorio, il Dott. Opyrchal ed i colleghi hanno usato le linee cellulari del cancro al seno per determinare le dimensioni a cui l'instabilità e la resistenza cromosomiche alla chemioterapia - caratteristiche di cancro al seno infiammatorio - sono collegate al fenotipo del tipo di gambo di CD44+/CD24-/Low. Hanno trovato che le cellule staminali del cancro di CD44+/CD24-/Low (CSCs) erano resistenti alla chemioterapia convenzionale ma erano sensibili a SU9516, che è un inibitore cyclin-dipendente specifico della chinasi 2 (Cdk2). I ricercatori hanno concluso da questi risultati che l'attivazione aberrante della segnalazione oncogena di cyclin E/Cdk2 è essenziale per il mantenimento e l'espansione della sottopopolazione di CD44+/CD24-/Low nel cancro al seno infiammatorio. Di conseguenza, un approccio terapeutico novello nel cancro al seno infiammatorio ha potuto comprendere una combinazione di chemioterapia convenzionale con gli inibitori della piccolo-molecola della chinasi del ciclo cellulare Cdk2.

“La chinasi del ciclo cellulare Cdk2 sembra svolgere un ruolo nella capacità delle cellule tumorali di essere più aggressiva e resistente a chemioterapia standard,„ il Dott. Opyrchal ha detto. “Bloccare la sua funzione ha provocato la capacità migliore delle droghe della chemioterapia di uccidere le cellule tumorali. Le cellule staminali del Cancro dovranno essere identificate e curate in un modo differente che il tumore in serie.„

Il Dott. Opyrchal ha notato che questi risultati dovranno essere confermati prima che le prove umane potessero essere pianificazione. Il suo laboratorio continua a lavorare all'identificazione delle cellule staminali del cancro ed a segnalare le vie che svolgono un ruolo nella crescita, nel potenziale metastatico e nella resistenza alle terapie standard.

Lo studio, “inibizione di attività della chinasi Cdk2 mira selettivamente alla sottopopolazione del tipo di gambo di CD44+/CD24-/Low e ripara il chemosensitivity delle celle di cancro al seno triplo-negative di SUM149PT,„ è stato supportato in parte dalle concessioni (NCI) R01CA072836 e P50CA116201 dell'istituto nazionale contro il cancro.

Source:

Roswell Park Cancer Institute (RPCI)