Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La rimozione della cistifellea avvantaggia i pazienti con i calcoli comuni della condotta

Fra i pazienti con i calcoli comuni possibili della condotta, la rimozione della cistifellea, rispetto alla valutazione endoscopica della condotta comune seguita da rimozione della cistifellea, ha provocato una più breve lunghezza della degenza in ospedale senza malattia aumentata e meno esami comuni della condotta, secondo uno studio nell'emissione del 9 luglio del JAMA.

Molte pietre comuni della condotta finalmente si trasformano il duodeno (una sezione dell'intestino tenue appena sotto lo stomaco), effettuante comuni preoperatori della condotta inutili. Per contro, una strategia di rimozione della cistifellea in primo luogo può piombo alla scoperta di un calcolo comune conservato della condotta durante la chirurgia. È incerta che cosa è la migliore strategia iniziale per il trattamento della questa circostanza, secondo informazioni di base nell'articolo.

Pouya Iranmanesh, M.D., dell'ospedale universitario di Ginevra e della facoltà di medicina, Ginevra, la Svizzera e colleghi ha definito a caso 100 pazienti con i calcoli comuni possibili della condotta per subire la colecistectomia laparoscopic immediata (rimozione della cistifellea) con cholangiogram intraoperative (una tecnica di rappresentazione facendo uso di un'iniezione della tintura per valutare la condotta comune) o la valutazione comune endoscopica della condotta seguita dalla colecistectomia, con seguito paziente di 6 mesi.

I pazienti che hanno subito la colecistectomia in un primo tempo (gruppo di studio) hanno fatti confrontare una lunghezza mediana significativamente più breve della degenza in ospedale (5 giorni contro 8 giorni) ai pazienti nel gruppo di controllo. Inoltre, il numero totale delle indagini comuni della condotta (varie procedure per cercare i calcoli nella condotta comune) realizzate nel gruppo di studio era più piccolo (25 contro 71). In generale, le complicazioni sono state osservate in 8 per cento dei pazienti nel gruppo di studio e 14 per cento nel gruppo di controllo. Non c'era differenza significativa nelle misure di qualità di vita o di malattia fra i gruppi.

Gli autori notano quello camice, 60 per cento dei pazienti nel gruppo di studio non hanno avuto bisogno di alcuna ricerca comune della condotta dopo il cholangiogram intraoperative. “Così, molti pazienti di intermedio-rischio subiscono le procedure comuni preoperatorie inutili della condotta.„

I ricercatori aggiungono che sebbene un'analisi dei costi accurata sia stata fuori dall'ambito di questo studio, la lunghezza significativamente più breve della degenza in ospedale e meno indagini comuni della condotta nel gruppo di studio, accoppiato con le simili tariffe di complicazione fra i 2 gruppi, predica il risparmio sostanziale quando usando una colecistectomia-prima strategia.

“Se questi risultati sono confermati, la colecistectomia iniziale con cholangiogram intraoperative può essere un approccio preferito,„ gli autori conclude.

Source:

Geneva University Hospital and Faculty of Medicine