Le terapie Integrate possono diminuire la depressione dalla metà fra la gente con la visione bassa dovuto AMD

Il primo test clinico per esaminare il trattamento basso integrato di salute mentale e della visione ha indicato che l'approccio può diminuire l'incidenza della depressione dalla metà fra la gente con la visione bassa dovuto degenerazione maculare senile relativa all'età (AMD). I risultati dello studio sono stati pubblicati oggi online in Oftalmologia, il giornale dell'Accademia Americana dell'Oftalmologia.

La visione Bassa è un danno visivo che interferisce con la capacità di una persona di eseguire le mansioni di ogni giorno e non può essere corretto con i vetri, le lenti a contatto, la medicina o la chirurgia. Una causa comune della visione bassa è AMD, una circostanza che causa la perdita irreversibile della visione in una maggioranza dei casi. I 11 milione Americani stimati corrente hanno AMD e la prevalenza si pensa che diventi 21,6 milione persone da ora al 2050. Fino a 30 per cento di quelli che vivono con AMD sviluppano la depressione, che è associata con i livelli elevati dell'inabilità, dei costi medici e della mortalità. Malgrado questo, molte persone depresse non ricevono il trattamento perché percepiscono la depressione poichè un errore personale o una parte prevista di invecchiamento, essi è incerta come accedere alla cura di specialità, o alla loro mancanza dei medici le risorse efficacemente per diagnosticare e trattare la depressione.

Corrente, il trattamento più comune per la visione bassa dovuto AMD è ripristino basso della visione. Questo trattamento comprende la valutazione della visione funzionale di un paziente, la prescrizione delle unità assistive e l'istruzione nell'uso di queste unità, ma non comprende alcun modulo di contributo psicologico al paziente. Per studiare il valore di integrazione della terapia psicologica con ripristino basso della visione, un gruppo di ricercatori dall'Istituto Universitario Medico di Sidney Kimmel all'Università di Thomas Jefferson, Facoltà di Medicina di Dartmouth e Scuola di Medicina di Johns Hopkins ha studiato 188 pazienti, stanti in media 84 anni, con AMD sia in occhi che nei segni in anticipo della depressione. 

Ha Nominato la Prova Bassa di Prevenzione della Depressione della Visione (VITALE), il 2013 che lo studio in primo luogo ha fornito ad ogni partecipante due sessioni di ripristino optometrico della visione bassa del paziente esterno in cliniche. Poi i pazienti sono stati definiti a caso a due tipi di terapie psicologiche: sei sessioni di un'ora dell'attivazione di comportamento della in-casa oltre otto settimane o sei sessioni di un'ora della terapia complementare della in-casa oltre otto settimane, che hanno servito da controllo. L'attivazione di Comportamento promuove le connessioni del sociale e di autosufficienza per migliorare l'umore ed il contro ritiro. La Consegna dell'attivazione di comportamento nel contesto della terapia occupazionale della visione bassa comprende le modifiche ambientali, come tracciatura delle temperature specifiche sul termostato con gli indicatori ad alto contrasto e gli obiettivi per migliorare i pazienti funzionali di guida come pure della visione raggiungono gli scopi personali e funzionali stimati. La terapia complementare di Nondirective facilita l'espressione personale circa la malattia, l'inabilità e la perdita della visione.

Dopo quattro mesi, i ricercatori hanno valutato otto variabili, compreso la depressione, stato della visione, qualità di vita in relazione con la visione, stato di salute fisico ed uso dell'unità ed hanno trovato che l'incidenza dei disordini depressivi era mezza nel gruppo di attivazione di comportamento che di quella nel gruppo complementare di terapia (12,6 per cento contro 23,7 per cento, rispettivamente). La tariffa della depressione trovata nel gruppo complementare di terapia era egualmente simile a quella riferita in assenza di tutto il trattamento.

La riduzione di rischio era più forte in partecipanti con la visione peggiore che in partecipanti con la migliore visione (20 per cento contro 3,4 per cento, rispettivamente). Inoltre, l'attivazione di comportamento è stata associata con migliorato vicino alla visione funzionale, ma la differenza fra i due gruppi non era statisticamente differente. I ricercatori egualmente hanno trovato che partecipanti che auto-stimato la loro propria salubrità più bassa è stata associata con un'più alta incidenza della depressione indipendentemente dalla terapia applicata, indicanti che quelli con le percezioni peggiori di salubrità richiedono l'intervento più intensivo.

“I Nostri risultati dimostrano che fare riferimento i pazienti con la visione bassa in relazione con l'AMD per il ripristino optometrico della visione bassa da solo completamente non soddisfa le esigenze rieducative dei pazienti,„ hanno detto Barry W. Rovner, M.D., il ricercatore del cavo della prova. “Sebbene i terapisti occupazionali bassi della visione corrente non ricevano l'addestramento nella sanità mentale, i nostri risultati indicano che la cura interdisciplinare come questa potrebbe contribuire significativamente a diminuire l'incidenza della depressione in pazienti con AMD.„

L'Accademia Americana dell'Oftalmologia incoraggia gli oftalmologi a fornire informazioni sulle risorse di ripristino ai pazienti perdita della visione sulle abilità sociali e, una volta disponibile, rinvio a ripristino pluridisciplinare e gruppo supporti che fuochi di attivazione, della risoluzione di problemi e dell'autogestione.

Accademia Americana di SORGENTE di Oftalmologia

Source:

American Academy of Ophthalmology