Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La droga per riduzione di grasso addominale dei pazienti di HIV può anche diminuire l'affezione epatica grassa

La sola droga per ricevere l'approvazione di FDA per riduzione dei giacimenti addominali del grasso che si sviluppano in alcuni pazienti che ricevono la terapia antivirale per infezione HIV può anche diminuire l'incidenza dell'affezione epatica grassa in tali pazienti. In un documento che comparirà nell'emissione del 23 /28 luglio del JAMA - un'emissione di tema sul HIV/AIDS che riceve presto la versione online per coincidere con l'internazionale AIUTA la conferenza - i ricercatori del policlinico (MGH) di Massachusetts riferiscono che le iniezioni quotidiane del tesamorelin hanno diminuito significativamente il grasso nel fegato senza pregiudicare il metabolismo del glucosio.

“La capacità di Tesamorelin di diminuire il grasso del fegato insieme con la riduzione di grasso addominale può essere clinicamente importante per i pazienti con infezione HIV che hanno affezione epatica grassa con grasso addominale aumentato,„ dice Steven Grinspoon, MD, dell'unità neuroendocrina e del programma di MGH nel metabolismo di nutrizione, l'autore senior dello studio. “Mentre alcuni pazienti con l'affezione epatica grassa analcolica hanno un corso benigno, altri possono sviluppare una circostanza più seria che comprende l'infiammazione del fegato, il danno cellulare e la fibrosi, che possono diventare l'affezione epatica di stadio finale e della cirrosi o al cancro di fegato.„

Fra 30 e 40 per cento dei pazienti affetti da HIV sviluppi l'affezione epatica grassa analcolica (NAFLD), spesso ma non sempre insieme con la lipodistrofia, la capitalizzazione grassa addominale anormale che si sviluppa in 20 - 30 per cento dei pazienti che ricevono le droghe di antiretroviral. Tesamorelin stimola la versione dell'organismo dell'ormone della crescita, che è diminuita in lipodistrofia del HIV e parecchi studi dal gruppo di Grinspoon ed altri piombo all'approvazione 2010 della droga per trattare la lipodistrofia.

Nella progettazione lo studio corrente, del gruppo di MGH originalmente pianificazione più a fondo per studiare gli effetti dei tesamorelin su grasso addominale con un fuoco secondario su grasso nel fegato e nel muscolo e sugli indicatori di infiammazione e del rischio cardiovascolare. Ma poiché parecchi studi hanno suggerito un'incidenza significativa di NAFLD in pazienti affetti da HIV, gli scopi dello studio sono stati estesi per mettere a fuoco sulla capacità dei tesamorelin di diminuire i depositi grassi nel fegato come pure nel grasso addominale in generale.

Lo studio ha iscritto 48 pazienti adulti che stavano ricevendo il trattamento del antiretroviral per il HIV ed avevano sviluppato gli eccessivi depositi grassi addominali. I partecipanti in primo luogo sono stati ripartiti con scelta casuale per ricevere le iniezioni quotidiane del tesamorelin o di un placebo. Inoltre, poiché la cura ormonale di ormone della crescita può piombo alle glicemie aumentate ed alla sensibilità diminuita dell'insulina, la metà di quelle in ogni gruppo egualmente ha avuta una procedura che analizza la secrezione e la resistenza dell'insulina all'inizio dello studio ed alle sessioni di valutazione condotte a tre mesi ed alla conclusione dello studio di sei mesi. Le valutazioni egualmente hanno compreso le misure complete dei fattori collegati con il metabolismo di infezione HIV, del lipido e del glucosio, con l'analisi di grasso addominale dalla scansione di CT e del grasso del fegato dal SIG. la spettroscopia.

Alla conclusione del periodo di studio, i partecipanti che ricevono il tesamorelin hanno avuti una diminuzione significativa e modestamente graduata in grasso del fegato con la riduzione prevista in grasso addominale globale. Quelli che ricevono il trattamento del placebo hanno avuti aumenti in entrambe le misure. Sebbene il trattamento di tesamorelin sembri diminuire la sensibilità dell'insulina e le glicemie sollevate alla valutazione di tre mesi, entro sei mesi che entrambe le misure avevano ritornato ai livelli ha osservato all'inizio dello studio, implicante che l'impatto della droga sul metabolismo del glucosio fosse soltanto temporaneo.

“Gli effetti a lungo termine neutrali di Tesamorelin sulla sensibilità e sul glucosio dell'insulina sono importanti, poiché i pazienti di HIV con capitalizzazione grassa addominale possono avere insulino-resistenza di fondo; così è importante da sapere che non sarà peggiorato da questo trattamento,„ dice Grinspoon, un professore di medicina alla facoltà di medicina di Harvard. “Poiché sappiamo che il grasso del fegato è associato con infiammazione nel fegato, diminuirlo può provocare meno infiammazione. Effettivamente livella di AST, un indicatore di infiammazione del fegato, sono stati diminuiti in risposta al tesamorelin nel nostro studio.

“Ora dobbiamo studiare gli effetti del tesamorelin in pazienti con il modulo severo dello steatohepatitis analcolico chiamato infiammazione del fegato, che può danneggiare significativo le celle di fegato e lo esaminiamo se il grasso diminuito del fegato ha altri vantaggi metabolici,„ aggiungiamo. “Tesamorelin anche può essere un efficace trattamento per i pazienti non HIV infettati con NAFLD e quel deve essere studiato pure.„