Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La Ricerca suggerisce l'efficace ruolo per gli ormoni steroidi naturali nella cura del cancro al seno

Un nuovo studio supporta un organismo crescente della ricerca che suggerisce un ruolo sicuro ed efficace per gli ormoni steroidi naturali nella cura del cancro al seno postmenopausale, con meno effetti secondari nocivi e profilo migliore di salubrità che con le terapie standard dell'antiormone. Lo studio sarà pubblicato oggi nel formato definitivo in Biologia ed Endocrinologia Riproduttive del giornale di aperto Access.

Il Cancro al seno è il più delle volte il cancro diagnosticato in donne negli Stati Uniti. Circa 70% dei cancri al seno sono diagnosticati in donne postmenopausali. I test clinici Importanti e gli studi sperimentali hanno indicato che la classe A di droghe dell'anti-estrogeno chiamate inibitori di aromatase (AIs) è efficace contro cancro al seno postmenopausale. Eppure malgrado la loro efficacia nella diminuzione della ricorrenza del tumore, gli inibitori di aromatase hanno effetti contrari sull'apparato cardiovascolare ed aumentano l'osteoporosi e le fratture, che possono spiegare la loro mancanza di miglioramento globale di sopravvivenza contro il più vecchio trattamento, tamoxifene. Questi effetti, insieme agli effetti secondari indesiderabili quali l'incontinenza ed osso e dolore unito, inducono molte donne a cessare di usando l'AIS. Le Alternative sono necessarie.

Nel loro studio, i ricercatori al Centro di Eccellenza nella Ricerca Sul Cancro Alla Scuola di Medicina di Paul L. lo Foster, Scienze di Salubrità di Texas Tech University Concentrano, precisato per esplorare un'ipotesi radicale e controintuitiva: Ha Potuto una scelta ottimale degli ormoni piombo ai fattori di sopravvivenza ed alla qualità di vita migliori, abbastanza per superare dell'effetto negativo in peso sulla ricorrenza del tumore? Radicale-Perché il livello corrente di pratica considera la cura ormonale di qualunque tipo assolutamente controindicato dopo cancro al seno ormone-ricevitore-positivo. Controintuitivo perché gli inibitori di aromatase di estrogeno-didascalia, quasi di fronte al trattamento, sono il trattamento ausiliario corrente per le donne dopo a cancro al seno ormone sensibile.

I Risultati da questo studio in un modello del mouse indicano che la risposta alla loro domanda è “sì,„ - gli ormoni ben scelto potrebbero migliorare sia la sopravvivenza che la qualità di vita.

“Siamo in una fase molto preliminare. I risultati del Nostro studio stanno promettendo, ma dobbiamo conoscere molto più. Questo studio fornisce una buona direzione,„ ha detto Rajkumar Lakshmanaswamy, PhD, principale inquirente per lo studio e direttore di ricerca del Centro di Eccellenza nella Ricerca Sul Cancro.

Lo studio è stato costituito un fondo per dalle Fondamenta di Parsemus, le fondamenta senza scopo di lucro messe a fuoco sulla salute riproduttiva.

ORMONI: NON TUTTI GLI STESSI

Negli esperimenti, i ricercatori hanno utilizzato lo stesso tipo di ormoni presenti nell'organismo, perché gli ormoni del bioidentical sono stati indicati per possedere un profilo più positivo del rischio-vantaggio che gli ormoni molecolare alterati. Nello studio di Iniziativa della Salubrità delle Donne del punto di riferimento, un profilo negativo del rischio-vantaggio è stato veduto con gli estrogeni equini orali più l'acetato sintetico orale del medrossiprogesterone (PremPro), una più vecchia combinazione della droga che continua a dominare il mercato di paesi Anglofoni. L'Estradiolo e non-orale consegnati progesterone sono stati selezionati per gli esperimenti in parte a causa di estesa letteratura che indica i risultati più favorevoli.

I risultati hanno indicato che la giusta combinazione di cure ormonali ha diminuito il rischio di osteoporosi e di malattia cardiovascolare, effetti sulla salute indesiderabili connessi con la carenza dell'estrogeno dopo menopausa. Aggiungendo un poco testoterone aiutato ancora di più. L'Estrogeno, il progesterone ed il testoterone, (E più P più il trattamento di T) sono stati associati insieme con maggior attività fisica, cognizione migliore e migliore cardiovascolare e disossano la salubrità nel modello del mouse ed hanno dimostrato il significato potenziale della cura ormonale in donne postmenopausali.

RISULTATI CONTROINTUITIVI

Dare qualsiasi ordinamento di estrogeno dopo che a cancro al seno ormone sensibile generalmente sarebbe considerato “il combustibile di lancio sull'incendio.„ Ma i risultati erano controintuitivi: la crescita del tumore è stata diminuita il la maggior parte dalla E più P più il trattamento di T. Il Lungo Termine, soltanto in una basso-dose E del gruppo- più P gruppo-ha fatto l'aggiunta degli ormoni provoca i volumi del tumore leggermente peggio che negli animali di controllo, Lakshmanaswamy celebre.

“In questo studio, l'inibitore di aromatase effettivamente ha diminuito la ricorrenza come previsto. Tuttavia, le tariffe di ricorrenza nel gruppo dell'inibitore di aromatase hanno rimbalzato il backup dopo il periodo anno-equivalente del trattamento 5 ed i risultati di salubrità migliori camice nei gruppi dell'ormone hanno significato una tendenza verso la maggior sopravvivenza in quei gruppi. Più considerevolmente, due dei regimi erano ancora migliori dell'inibitore di aromatase ad impedire crescita del tumore,„ ha detto Arunkumar Arumugam, primo autore dello studio.

Fin qui, epidemiologico più prova del laboratorio e dell'animale combinata suggerisca che sebbene la maschera di ricorrenza sia complicata, la maggior parte del post-petto-Cancro delle donne faccia meglio sugli ormoni ottimizzati che sugli antiormoni, a causa di migliori risultati globali, di Elaine Lissner, direttore esecutivo aggiunta delle Fondamenta di Parsemus e del secondo autore.

“Questo studio ha indicato che determinati regimi dell'ormone, aggiungenti particolarmente il testoterone, possono anche provocare le tariffe più basse di ricorrenza che gli inibitori di aromatase, sopra i migliori risultati, sopravvivenza e qualità di vita globali di salubrità. È un'altra prova che gli ormoni sempre non funzionano il modo che presupponiamo,„ ha detto Lissner.

PARTE DI PIÙ GRANDE PUZZLE

V. Craig Jordan, OBE, PhD, DSc, uno scienziato che si specializza nei farmaci che curano ed impediscono il cancro al seno al Centro Completo del Cancro di Lombardi, Georgetown University, considera lo studio un contributo intrigante ad un'area scientifica ora che riceve molto interesse. La Giordania ampiamente è considerata “il padre„ del tamoxifene, un modulatore selettivo del ricevitore dell'estrogeno (SERM) che ha cambiato il campo del trattamento di cancro al seno. Egualmente ha provato gli effetti anticancro di raloxifene, un altro SERM che blocca gli effetti di estrogeno nel tessuto del petto. Ora studia come le cellule tumorali possono essere uccise da estrogeno dopo la super-sensibilizzazione a da quelli molto le stesse droghe di estrogeno-didascalia.

I risultati di questo studio sono coerenti con quelli trovati nel suo laboratorio. “Questo documento ha tutti risultati di destra per il tumore ed i risultati di destra per il mouse. Tutto allinea per quanto sono interessato.„ Il solo lato negativo, secondo la Giordania, è il periodo di quattro mesi del trattamento per mouse-quando le donne sono curate per le decadi ed i tumori sono “abili e possono cambiare in un battito cardiaco.„ “Le Cose accadono a breve termine in laboratori continuamente; è una vendita molto dura da andare dagli esperimenti fuori del laboratorio,„ ha detto.

Il periodo di quattro mesi per i mouse è stato destinato per essere equivalente a cinque anni nella durata della vita di una donna ed è lo stesso periodo di tempo utilizzato negli studi di pre-approvazione dell'inibitore di aromatase. Ma la tendenza ha luogo verso i periodi sempre più lunghi del trattamento con gli inibitori di aromatase, dieci anni o più, malgrado gli impatti su qualità di vita.

PUNTI SEGUENTI

Così dovrebbero le donne chiedere ai loro medici la cura ormonale piuttosto che il trattamento dell'antiormone dopo cancro al seno? Hanno Potuto gli ormoni giusti essere più efficaci ad impedire la ricorrenza che gli inibitori di aromatase, con migliore qualità di vita? Per il momento, questo rimarrà radicale, dice Lissner e soltanto gli oncologi più di mentalità aperta saranno disposti a considerare dato-malgrado prova epidemiologica che donne che catturano gli ormoni dopo che il cancro al seno ha tassi di sopravvivenza molto migliori che un che non facciano.

Il punto seguente, secondo Lakshmanaswamy, è di determinare la dose dell'ormone che è efficiente e fornisce al massimo vantaggio i il minor n3umero degli effetti secondari, se ce ne sono. Ma con poco potenziale di utili e nessuna partecipazione della ditta farmaceutica, quegli studi sono improbabili da ottenere fatti a meno che il pubblico spinga per la ricerca costituita un fondo per contribuente. “I Nostri risultati mostrano che quello facendo uso degli ormoni naturali nelle combinazioni appropriate sopprime la crescita del tumore ed ha effetti benefici su cardiaco e che disossano la salubrità, con migliore riduzione del tumore che con i trattamenti correnti. Molte righe di ricerca ora stanno venendo insieme, interamente indicando nella stessa direzione, ma soltanto i test clinici direbbero di sicuro.„

Sorgente: Fondamenta di Parsemus