La prevalenza della meningite batterica cade negli Stati Uniti

Gli avanzamenti nella prevenzione e nel trattamento di uno stato spesso interno chiamato la meningite batterica sembrano pagare i dividendi negli Stati Uniti, riferiscono gli esperti nella malattia infettiva al centro di scienza di salubrità dell'università del Texas a Houston (UTHealth) nelle malattie infettive di The Lancet del giornale.

Un'analisi di un database nazionale del ricoverato ha rivelato un calo significativo nella prevalenza e la mortalità dopo l'introduzione di due vaccini preventivi e di un trattamento complementare.

La meningite batterica attacca il tessuto che riguarda il sistema nervoso centrale e può piombo all'inabilità o persino alla morte neurologica in circa uno in cinque genti influenzate. I germi che causano la meningite batterica possono essere spanti entr inare contatto con una persona infettata nella comunità o dopo avere subito una procedura neurochirurgica in una struttura ospedaliera.

Per misurare l'impatto della terapia steroide ha presentato approssimativamente una decade fa, Rodrigo Hasbun, M.D., autore senior ed il professore associato nella divisione delle malattie infettive alla facoltà di medicina di UTHealth, ha analizzato un database di più di 50,000 persone trattato per la meningite batterica fra 1997 - 2010 negli Stati Uniti.

“Questo è il primo studio che analizza sia la meningite batterica comunità-acquistata che meningite batterica sanità-associata negli Stati Uniti,„ Hasbun ha detto. “È egualmente il primo studio che mostra una diminuzione nella mortalità dei batteri più importanti, lo streptococco pneumoniae.„

I pneumoniae dello S. rimane la causa principale della meningite batterica, secondo la loro analisi. Tuttavia, quando i ricercatori hanno confrontato i casi riferiti nel 2010 nel 1997 a quelli, hanno trovato un calo di 63 per cento.

Inoltre durante questi anni 14, c'era un calo di 86 per cento in un altro tipo di meningite batterica - neisseria meningitidis.

I grandi sviluppi hanno compreso due vaccini - PCV-7/Prevnar-7® nel 2000 e ® di MCV4/Menactra nel 2005 - e un trattamento ausiliario - dexamethasone.

La vaccinazione è raccomandata dal centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. La vaccinazione è particolarmente importante per gli studenti di college che vivono nei dormitori, nella gente con i sistemi immunitari compromessi e nei viaggiatori all'Africa Subsahariana dove la meningite è endemica.

I vaccini non funzionano contro tutti i tipi di meningiti batteriche.

Hasbun ha detto che gli antibiotici sono il migliore modo trattare la meningite batterica e sono ancor più efficaci una volta utilizzati congiuntamente al dexamethasone nei casi dovuto i pneumoniae dello S.

Gli autori hanno notato che c'era un calo significativo nella mortalità in ospedale connessa con la meningite pneumococcica dopo del 2005.

Le limitazioni dello studio sono che non è stato conosciuto quanta gente negli stati esaminati era stato vaccinato né quanto dei pazienti ricoverati erano stati trattati con il dexamethasone.

Source:

University of Texas Health Science Center