Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Professore riceve il premio per lo sviluppo della terapia anti-angiogenica per la malattia retinica

Napoleone Ferrara, MD, professore distinto di patologia e professore distinto dell'aggiunta dell'oftalmologia all'università di California, alla scuola di medicina di San Diego ed al vice direttore senior per le scienze di base al centro del Cancro di Uc San Diego Moores, è stato nominato oggi come uno di sette destinatari del premio della visione di Formica-NIO Champalimaud a Lisbona, Portogallo.

Il premio della visione di 2014 Formica-NIO Champalimaud è stato conceduto per lo sviluppo della terapia anti-angiogenica per la malattia retinica. la terapia Anti-angiogenica è usata per trattare la degenerazione maculare senile relativa all'età e la retinopatia diabetica, che sono le cause di piombo di cecità in paesi alti- e con reddito medio. Entrambi stanno aumentando nella prevalenza dovuto una popolazione di invecchiamento e le tariffe aumentate dell'obesità.

Ferrara è stata riconosciuta per la scoperta del fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF), per l'esposizione del ruolo di questa molecola nella promozione dell'angiogenesi (la formazione di nuovi vasi sanguigni), la sua co-scoperta del ruolo di VEGF nella malattia retinica e lo sviluppo del ranibizumab della droga dell'anticorpo monoclonale (di marketing come Lucentis), che tratta la degenerazione maculare senile relativa all'età bagnata, la malattia dell'occhio diabetica ed altri disordini relativi.

Ferrara ha diviso il premio con sei ricercatori dalla facoltà di medicina di Harvard: Joan W. Miller, MD ed Evangelos S. Gragoudas, MD, sia dell'infermeria dell'occhio che dell'orecchio di Massachusetts e della facoltà di medicina di Harvard; Patricia A.D'Amore, PhD, dell'istituto di ricerca dell'occhio di Schepens dell'occhio e dell'orecchio del Massachusetts; Anthony P. Adamis, MD, di Genentech; e George L. re, MD e Lloyd Paul Aiello, MD, PhD, entrambi il centro del diabete di Joslin.

Il lavoro dei awardees di quest'anno comincia con l'identificazione di VEGF da Ferrara, alla rivelazione di collaborazione del suo ruolo nella malattia retinico-vascolare, alla valutazione sperimentale di inibizione di VEGF nei modelli animali ed alla sua applicazione definitiva con un intervento farmacologico che migliora significativamente la visione dei pazienti influenzati da queste circostanze retiniche spesso devastanti.

Il premio, presentato dalle fondamenta di Champalimaud, è dato alternatamente fra i contributi a " Vision Research " globale (anni pari) ed i contributi all'alleviamento dei problemi visivi, soprattutto in paesi in via di sviluppo (anni impari). L'onore viene con un premio $1,3 milioni, il più grande tali la visione arresa premio e la ricerca nell'oftalmologia. Sarà diviso fra i sette destinatari.