Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Prova di Fase III: Rolapitant diminuisce da nausea e dal il vomito indotti da chemioterapia

Rolapitant diminuisce la nausea ed il vomito nei pazienti che ricevono alla la chemioterapia basata cisplatin, secondo i risultati di una prova di fase III presentata per la prima volta oggi al Congresso 2014 di ESMO a Madrid, la Spagna.

Il Dott. Martin Chasen, autore principale e Direttore medico, Cura Palliativa, Centro del Cancro dell'Ospedale di Ottawa, Canada, ha detto: “Questo agente fa una differenza significativa nella gente di modo tollerare la loro chemioterapia. I Pazienti non hanno avvertito perdita della qualità di vita e, infatti, molti hanno veduto i miglioramenti significativi. Uno dei pazienti nel gruppo rolapitant ha riferito che aveva rifinito appena 18 fori del golf una settimana dopo la ricezione della chemioterapia. Ciò è nel forte contrasto a molti pazienti sugli antiemetici standard correnti che sono troppo malati per uscire del letto in una settimana dopo ogni ciclo del cisplatin.„

“Dobbiamo trattare la nausea ed il vomito, non appena il cancro,„ Chasen aggiunto, sottolineante che alcuni pazienti sono estremamente sensibili agli effetti di cisplatin e richiamante che ha avuto uno o due paziente con i cancri curabili che hanno rifiutato il trattamento dopo un giro del cisplatin. “Hanno preferito morire,„ ha detto.

La prova di fase III ha studiato rolapitant, un antagonista novello del ricevitore NK-1, per la prevenzione della nausea severa e di vomito sperimentato spesso dai pazienti che ricevono alla la chemioterapia basata cisplatin, che può causare le riduzioni della dose e la sospensione del trattamento. La prova multicentrata ha ripartito le probabilità su 532 1:1 dei pazienti per ricevere rolapitant più granisetron/dexamethasone o il placebo più granisetron/dexamethasone prima alla della chemioterapia basata cisplatin.

Il punto finale primario era risposta completa (definita come il paziente che non ha emetismo e che non ne richiede c'è ne per salvare farmaco) in post-chemioterapia in ritardo di fase (ore >24-120). I punti finali secondari Chiave hanno compreso la risposta completa durante (le fasi acute (0-24 ore) e globali di 0-120 ore).

La prova ha incontrato il suo punto finale primario, con 72,7% dei pazienti che ricevono la risposta completa di raggiungimento rolapitant nella fase in ritardo confrontata a 58,4% di quelle che ricevono il placebo (p<0.001). Rolapitant egualmente ha migliorato il tasso di risposta completo confrontato a placebo (70,1% contro 56,5%, p=0.001) nelle fasi acute (83,7% contro 73,7%, p=0.005) e globali. La ricezione dei Pazienti rolapitant tende a riferire che la chemioterapia ha avuta di meno di un impatto sulla loro qualità di vita quotidiana (72,8% contro 67,8%, p=0.231).

Chasen ha detto: “Rolapitant ha dimostrato un effetto significativo sia nelle fasi acute che in ritardo. Il Nostro punto finale primario è stato raggiunto nella fase in ritardo, un risultato incredibile. Sappiamo che il ricevitore NK-1 nel cervello deve essere bloccato per gestire la nausea ed il vomito --ci sono altri agenti che bloccano questo per un breve periodo; rolapitant è uno stampo particolarmente a lungo termine del ricevitore che lega al ricevitore ed al resti sul posto per fino a 120 ore, quindi non permettendo che la chemioterapia induca la nausea e non vomitando.„

I ricercatori hanno provato l'agente in pazienti che ricevono il cisplatin, possibilmente il più forte induttore dell'emetismo. “Senza dubbio questa droga può essere valutata in altri trattamenti del cancro meno emetogenic,„ ha detto Chasen.

Ha precisato che rolapitant può anche comprimere i costi. Per esempio, nei pazienti di Ottawa può avere una visita da un infermiere seguire la loro chemioterapia che amministra l'idratazione intravascolare e le sostanze nutrienti. Chasen ha detto: “La ricezione dei Pazienti rolapitant non può richiedere questo servizio. Possono mangiare e bere come dovrebbero.„

Sorgente: Società Europea per Oncologia Medica