Il afatinib Orale migliora significativamente la sopravvivenza senza progressione in pazienti con il cancro di collo e capo

il afatinib del Secondo Line migliora significativamente la sopravvivenza senza progressione nel cancro di collo e capo ricorrente o metastatico, manifestazioni di prova di Fase III

Il afatinib dell'inibitore della chinasi della tirosina ha migliorato significativamente la sopravvivenza senza progressione confrontata a methotrexate in pazienti a carcinoma spinocellulare ricorrente o metastatico della testa e del collo dopo errore alla della chemioterapia basata a platino, i risultati di una manifestazione di prova di fase III.

Presentato al Congresso 2014 di ESMO a Madrid, la prova del Collo & della Lux-Testa 1 ha indicato che i pazienti che hanno ricevuto il trattamento con un afatinib orale di 40 mg/giorno hanno avuti un rapporto di riproduzione di 20% del rischio di progressione o di morte hanno paragonato ai pazienti che hanno ricevuto il methotrexate, ad una sopravvivenza senza progressione mediana di 2,6 mesi.

“Il miglioramento nella sopravvivenza senza progressione è stato associato con un peggioramento in ritardo significativo dei sintomi (quali dolore, inghiottire e stato di salute globale) contro la chemioterapia. I Pazienti curati con afatinib hanno avuti col passare del tempo meno dolore che i pazienti curati con methotrexate. “Questi sono risultati importanti per i pazienti con queste circostanze,„ il Dott. Jean-Pascal Machiels, un oncologo medico dell'autore di studio delle note al ROI Albert di Institut II, la St Luc di Universitaires delle Cliniche, a Bruxelles, il Belgio.

Il carcinoma spinocellulare Ricorrente o metastatico della testa e del collo ha spesso un risultato difficile, Machiels spiega. “Questa è una popolazione povera di prognosi e una malattia che non ottiene abbastanza attenzione dalla comunità scientifica, perché questo gruppo di pazienti ha spesso le co-morbosità severe e problemi sociali quali alcolismo ed uso del tabacco.„

“Questi pazienti hanno Frequentemente una ricaduta nell'area del collo e della testa. Questa posizione è responsabile di molti sintomi che sono difficili da minimizzare: faccia soffrire, disordine del respiro e le difficoltà inghiottire.„

Afatinib è un composto che irreversibilmente blocca la famiglia di ErbB dei ricevitori della superficie delle cellule, che include il recettore del fattore di crescita dell'epidermide (EGFR), recettore del fattore di crescita dell'epidermide umano 2 (HER2), HER3 e HER4. Intorno 90% dei carcinoma di cellule squamose dei overexpress EGFR del collo e della testa.

Nell'ultima prova, i ricercatori hanno mirato a vedere se i ricevitori multipli d'inibizione di ErbB migliorassero simultaneamente l'efficacia clinica della terapia EGFR-mirata a. Hanno studiato 483 pazienti con il carcinoma spinocellulare ricorrente o metastatico del collo e della testa di cui il cancro aveva progredito malgrado il trattamento con alla la terapia basata a platino. In Generale, 322 pazienti hanno ricevuto un afatinib orale di 40 mg/giorno e 161 sono stati dati il methotrexate del dispositivo di venipunzione di 40 mg/m2/week.

Lo studio ha incontrato il suo punto finale primario e il afatinib ha migliorato significativamente la sopravvivenza senza progressione contro methotrexate, Machiels ha detto. “Afatinib ha migliorato la sopravvivenza senza progressione ed ha ritardato il peggioramento dei sintomi ed è il primo inibitore della chinasi della tirosina per dimostrare un vantaggio significativo in questa malattia.„

Il profilo della tossicità era accettabile e trattabile con afatinib: gli eventi avversi relazionati con la droga del grado 3/4 il più frequente erano impetuosi/acne (9,7%) e diarrea (9,4%). Le riduzioni Meno in relazione con il trattamento della dose, le sospensioni e gli eventi interni sono stati veduti con afatinib.

“Siamo soddisfatti con i risultati perché abbiamo mostrato un vantaggio, sebbene modesti, in una prova controllata molto bene-progettata,„ Machiels diciamo. “La differenza di questa prova confrontata agli altre eseguite nella stessa impostazione è che era una popolazione omogenea. Fissa un genere di progettazione del riferimento che potrebbe essere usato per progettare ulteriori prove.„

La prova non poteva dimostrare che il afatinib migliora la sopravvivenza. “Molte ragioni potenziali potrebbero spiegare perché non potevamo dimostrare un vantaggio di sopravvivenza,„ Machiels dice. “Potrebbe essere semplicemente perché il afatinib non migliora la sopravvivenza. Tuttavia, 50% dei pazienti in entrambe le armi ha ricevuto le terapie successive che potrebbero influenzare il vantaggio di sopravvivenza, per esempio un numero significativo dei pazienti ha ricevuto le terapie anti--EGFR successive nel braccio del methotrexate.„

Gli studi Futuri dovrebbero mettere a fuoco sulla comprensione quale gruppi pazienti derivano un vantaggio clinicamente significativo da afatinib, i ricercatori dice. Sperano di fornire le ulteriori comprensioni ed ipotesi molecolari per identificare i pazienti che si avvantaggiano.

“Dovremmo sperare quello basato sui nuovi dati molecolari che stanno diventando disponibili e con gli avanzamenti nella comprensione della biologia molecolare di questa malattia, alcuni nuovi trattamenti saremo studiati in prossimo avvenire.„

Sorgente: Società Europea per Oncologia Medica