Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I risultati della ricerca hanno potuto fornire le nuove comprensioni in cancro esofageo, l'esofago di Barrett

Malgrado le indicazioni precedenti al contrario, l'esofago ha suo proprio gruppo di cellule staminali, ha detto i ricercatori dall'università di scuola di medicina di Pittsburgh in un oggi online pubblicato di studio sugli animali nei rapporti delle cellule. I risultati hanno potuto piombo alle nuove comprensioni nello sviluppo e nel trattamento di cancro esofageo ed allo stato precanceroso conosciuto come l'esofago di Barrett.

Secondo l'associazione del cancro americana, più di 18,000 persone saranno diagnosticati con cancro esofageo negli Stati Uniti nel 2014 e quasi 15,500 persone moriranno da. In esofago di Barrett, il rivestimento dell'esofago cambia affinchè le ragioni sconosciute somigli a quello dell'intestino, sebbene la malattia o GERD di riflusso gastroesofageo sia un fattore di rischio per il suo sviluppo.

“Il rivestimento esofageo deve rinnovare regolarmente mentre le celle mutano fuori nel tratto gastrointestinale,„ ha detto il ricercatore senior Eric Lagasse, Pharm.D., Ph.D., professore associato di patologia, scuola di medicina di Pitt e Direttore del centro della cellula staminale di Cancro all'istituto di McGowan per medicina a ricupero. “Fare quello, celle nei livelli più profondi dell'esofago si divide circa due volte alla settimana per produrre le cellule figlie che diventano le celle specializzate del rivestimento. Finora, non abbiamo potuti determinare se tutte le celle nei livelli più profondi sono le stesse o se c'è una sottopopolazione delle cellule staminali là.„

Il gruppo di ricerca ha coltivato i pezzi o “i organoids„ di tessuto esofageo dai campioni del mouse e gli esperimenti allora eseguiti per identificare e tenere la carreggiata le celle differenti nel livello basale del tessuto. Hanno trovato una piccola popolazione delle celle che si dividono più lentamente, sono più primitive, possono generare le celle specializzate o differenziate ed hanno la capacità auto-di rinnovare, che è un tratto di definizione delle cellule staminali.

“È stato pensato che non c'fossero cellule staminali nell'esofago perché tutte le celle stavano dividendo piuttosto che riposando o tranquillo, che è più tipico delle cellule staminali,„ il Dott. Lagasse notassero. “I nostri risultati rivelano che ci effettivamente sono cellule staminali esofagee e piuttosto che essendo tranquilli, si dividono confrontato lentamente al resto delle celle più profonde del livello.„

Nei lavori futuri, i ricercatori esamineranno i tessuti esofagei umani per prova di disfunzione della cellula staminale nella malattia dell'esofago di Barrett.

“Alcuni scienziati hanno speculato che le anomalie delle cellule staminali esofagee potrebbero essere l'origine dei cambiamenti del tessuto che si presentano nella malattia di Barrett,„ il Dott. Lagasse hanno detto. “I nostri attuali e studi futuri hanno potuto permettere di verificare questa ipotesi di lunga durata.„