Gli analgesici, droghe antinfiammatorie hanno effetto benefico sul trattamento della depressione

Gli analgesici e le droghe antinfiammatorie usati contro dolore e l'artrite di muscolo possono avere un effetto benefico sui sintomi della depressione

L'ordinario sopra i contro antidolorifici e le droghe antinfiammatorie approvvigionati dalle farmacie può anche essere efficace nel trattamento di sofferenza della gente della depressione.

Ciò è indicata mai dalla più grande meta-analisi che sia stata pubblicata appena da un gruppo di ricerca dall'università di Aarhus in psichiatria americana di JAMA del giornale scientifico. La meta-analisi è basata su 14 studi internazionali con i pazienti di un totale 6.262 che ha sofferto dalla depressione o ha avuto i diversi sintomi della depressione.

Fino a 15 per cento della popolazione danese possono pensare soffrire dalla depressione ad un certo punto nelle loro vite. L'organizzazione mondiale della sanità (WHO) stima che la depressione sia una delle cinque ragioni principali per perdita di qualità di vita ed anche di anni di vita. Quindi, è uno stato molto serio, uno dove i ricercatori dappertutto stanno provando costantemente a trovare i trattamenti più efficaci.

Negli ultimi anni la ricerca ha dimostrato una correlazione fra la depressione e le malattie fisiche, quali i termini o le infezioni dolorosi nel paziente determinato.

“La meta-analisi supporta questa correlazione ed egualmente dimostra che il farmaco antinfiammatorio congiuntamente agli antideprimente può avere un effetto sul trattamento della depressione. Una volta combinati forniscono risultato importante che, a lungo termine, rinforza la possibilità di potere fornire al paziente determinato le opzioni più personali del trattamento,„ dice lo MD-studente Köhler ole, che è primo autore dell'articolo scientifico e di un membro del gruppo di ricerca dall'università di Aarhus.

Il nuovo aspetto cruciale della meta-analisi è che è la prima volta ricercatori può essere così determinato dell'effetto del trattamento con le droghe antinfiammatorie.

“Tuttavia, questi effetti devono essere pesati sempre contro gli effetti secondari possibili delle droghe antinfiammatorie. Ancora dobbiamo chiarire che i pazienti trarranno giovamento dalla medicina e dalle dose-dimensioni richieste,„ diciamo Köhler ole.

“Il più grande problema con la depressione è che non conosciamo le cause che avviino il termine nel paziente determinato. Alcuni studi suggeriscono che la scelta del farmaco antideprimente possa essere guidata da un campione di sangue quelle misure se c'è uno stato infiammatorio nell'organismo. Altri studi indicano che gli stessi campioni di sangue potrebbero essere usati come linea guida sopra se un paziente depressivo può essere curato con le droghe antinfiammatorie che lavora meglio quando c'è simultaneamente presente di infiammazione con la depressione. Questi risultati devono, tuttavia, essere verificati prima che possano essere applicati nella pratica clinica,„ dice Köhler ole.

Sottolinea che non è possibile concludere in base alla meta-analisi che uno stato infiammatorio può essere la sola spiegazione per una depressione.

“L'analisi dovrebbe essere veduta come pietra miliare significativa in un contesto della ricerca e questo potrebbe essere un punto di riferimento affinchè che progetti di ricerca e necessità futuri di trattamento mettessero a fuoco sopra,„ dice Köhler ole.