Gli Scienziati scoprono il piccolo insieme dei geni critici nell'invecchiamento e nella malattia neurodegenerative

L'Invecchiamento è il fattore di rischio più significativo e più universale per sviluppare le malattie neurodegenerative, quali la sclerosi laterale amiotrofica (ALS) e le malattie di Alzheimer, di Parkinson e di Huntington. Questo rischio aumenta sproporzionatamente con l'età, ma nessuno realmente conosce perché.

Ora un gruppo degli scienziati dalla Northwestern University, Proteostasis Therapeutics, Inc. e Harvard University ha scoperto alcune bugne. I ricercatori sono i primi per trovare che la qualità dei geni protettivi ha chiamato i chaperon molecolari declini drammaticamente nei cervelli degli esseri umani più anziani, sia in buona salute che non e che il declino è accelerato ancora di più in esseri umani con la malattia neurodegenerative.

I chaperon Molecolari sono un insieme speciale dei geni altamente conservati che guardano sopra le celle, tenente li e l'intero organismo sano impedendo il danno della proteina.

I ricercatori specificamente hanno trovato il declino in 100 geni, circa un terzo di tutti i geni molecolari umani del chaperon. Poi, con gli studi supplementari, hanno spulato quel numero giù a 28 geni umani specificamente coinvolgere in neurodegeneration età-associato. Questi geni critici forniscono una base per un biomarcatore, un indicatore in anticipo della malattia e un obiettivo per nuova terapeutica.

“Immagini se avessimo biomarcatori che dicono medici come state facendo in termini di invecchiamento, avvertimento di tutti i problemi molto prima che i deficit neurologici compaiano,„ hanno detto Richard I. Morimoto, uno Nordoccidentale degli scienziati senior sullo studio. “Questo sarebbe uno strumento notevole, considerante particolarmente gli aumenti nella speranza di vita in molte parti del mondo.

“Diciamo una persona è l'età 50, ma vediamo i suoi chaperon molecolari rifiutare e non stiamo riparando le proteine ed il danno cellulare. I chaperon stanno agendo più simile alle età 85 o 90. Quello è un segno che l'intervento medico potrebbe aiutare,„ lui ha detto.

Morimoto è il Professor del Cuoco di Gayle e di Bill di Biologia nel Dipartimento delle Scienze Biologiche Molecolari ed in Direttore dell'Istituto del Riso per la Ricerca Biomedica nell'Istituto Universitario Nordoccidentale di Weinberg delle Arti e delle Scienze.

“I chaperon Molecolari realmente sono la barriera che abbiamo fra la malattia e nessuna malattia,„ Morimoto ha detto. “Se questo sistema critico diminuisce, piombo proteine misfolded e nocive e finalmente i tessuti diventano disfunzionali e muoiono. Se possiamo tenere i chaperon in buona salute, dovremmo potere tenere la persona in buona salute.„

Lo studio sarà pubblicato nell'emissione del 6 novembre dei Rapporti delle Cellule del giornale.

Per azzerare dentro sulla sottorete di 28 geni chiave, gli scienziati hanno combinato l'analisi genomica del tessuto di cervello umano, da entrambe le persone in buona salute e da quelle con le malattie neurodegenerative (Alzheimer, Parkinson e Huntington), con gli studi funzionali sui elegans del C., un ascaride trasparente. (Il verme ha un ambiente biochimico simile a quello degli esseri umani ed è uno strumento popolare della ricerca per lo studio sulla malattia umana.)

“Con la nostra sorpresa, i risultati dagli studi sugli esseri umani e sui elegans del C. ci ha detto la stessa cosa -- 10 per cento dei 332 geni umani sono realmente importanti a salubrità delle cellule,„ Morimoto ha detto. “Ora siamo giù a 28 geni. Ciò realmente ci dice che cosa mettere a fuoco sopra.„

Dopo l'osservazione del declino drammatico nella salubrità dei chaperon molecolari in esseri umani sia in buona salute che con la malattia neurodegenerative, i ricercatori sistematicamente e “hanno abbattuto determinato„ tutti e 219 i geni del chaperon nei elegans del C. (facendo uso dei modelli neurodegenerative di malattia) per vedere che l'effetto l'assenza del gene ha avuto sulla funzione di un animale.

Hanno identificato una sottorete di 16 geni molecolari del chaperon nei elegans del C. che sono critici a prevenire danni misfolding e della proteina to la cella. Questi geni corrispondono a 28 geni umani “del cugino„.

Gli Esseri Umani codificano circa 25.000 geni ed ottenere tutto il trattamento giù ad un piccolo numero di geni aiuterà gli scienziati a mettere le loro barrette su che cosa è più importante.

“È molto più facile da migliorare una manciata di geni, come quelli abbiamo identificato,„ Morimoto ha detto. “Il punto seguente è di capire la base per il declino di questi chaperon specifici e di sviluppare i trattamenti che impediscono il loro declino. Lo scopo non è di rendere alla gente il forever in tensione ma piuttosto di abbinare più molto attentamente la portata di salubrità con la durata -- per migliorare la qualità di vita che è vissuta.„

Sorgente: Northwestern University

Advertisement