Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Parlare più di un linguaggio è buono per il cervello, mostra la ricerca

Dimentichi Sudoku: Parlare i linguaggi multipli esercita ordinariamente il cervello

Parlare più di un linguaggio è buono per il cervello, secondo la nuova ricerca che indica più efficientemente e più facilmente le informazioni trattate degli altoparlanti bilingue di coloro che conosce un singolo linguaggio.

I vantaggi accadono perché il cervello bilingue sta attivando costantemente entrambi i linguaggi e sta scegliendo che il linguaggio per usare e che trascurare, ha detto il Viorica dell'università Northwestern mariano, l'autore principale della ricerca e di un professore nel dipartimento delle scienze della comunicazione e dei disordini nel banco della comunicazione. Quando il cervello è esercitato costantemente in questo modo, non deve lavorare come duro per eseguire le mansioni conoscitive, i ricercatori trovati.

“È come un indicatore luminoso di arresto,„ Marian ha detto. “Le persone bilingui stanno dando il verde sempre ad un linguaggio e rosso ad un altro. Quando dovete farvi che continuamente, ottenete realmente buono per l'inibizione delle parole non avete bisogno di,„ ha detto.

Lo studio, che sarà pubblicato online nel cervello e nel linguaggio del giornale il 12 novembre era uno del primo per usare il fMRI (imaging a risonanza magnetica funzionale) per verificare l'co-attivazione e l'inibizione in persone bilingui. l'Co-attivazione durante la comprensione di una lingua parlata bilingue, un mariano di concetto pionieristico a nel 1999, significa che le persone bilingui fluenti hanno entrambi i linguaggi “attivo„ allo stesso tempo, se stanno usandoli coscientemente oppure no. Il controllo inibitorio comprende selezionare il linguaggio corretto di fronte ad una concorrenza l'altro linguaggio.

Più presto nella suoi carriera, movimenti di occhio registrati mariani all'co-attivazione del cingolo ed inibizione. Ha trovato che quando le persone bilingui hanno sentito le parole in un linguaggio, quale “l'indicatore„ in inglese, hanno fatto spesso i movimenti di occhio agli oggetti di cui i nomi hanno sondato simili in altro linguaggio che hanno conosciuto, quale “il marka„ che significa il bollo nel Russo.

Ora sta esaminando il cervello stesso usando la rappresentazione di MRI, che mostra il flusso sanguigno a determinate aree mentre i volontari eseguono un compito conoscitivo. Il più ossigeno o flusso sanguigno alla regione, più duro la parte del cervello sta funzionando.

Nel suo studio più recente, i volontari sono stati chiesti di eseguire le mansioni di comprensione di una lingua. Sopra l'udito della parola, i partecipanti di studio sono stati indicati le maschere di quattro oggetti. Per esempio, dopo che sentendo la parola “nuvola„ sarebbero indicati quattro maschere, compreso una maschera di una nuvola e una maschera di una parola simile suonante, quale “un pagliaccio.„ I partecipanti di studio hanno dovuto riconoscere la parola corretta e trascurare la parola in competizione simile suonante.

Gli altoparlanti bilingue erano migliori a filtrare le parole in competizione perché i loro cervelli sono usati al gestire due linguaggi e ad inibire le parole irrilevanti, i ricercatori hanno trovato.

Le scansioni del fMRI hanno indicato che “i monolinguals hanno avuti più attivazione nelle regioni di controllo inibitorie che le persone bilingui; hanno dovuto lavorare molto più duro per eseguire il compito,„ Marian ha detto.

L'altra ricerca suggerisce che i cervelli efficienti possano avere vantaggi nella vita di tutti i giorni. Per esempio, i bambini bilingue erano migliori a trascurare il disturbo dell'aula che i bambini che parlano un linguaggio, secondo un mariano di studio recentemente coauthored con i colleghi nel Regno Unito, che è stato pubblicato il mese scorso nel bilinguismo del giornale: Linguaggio e cognizione.

“Il controllo inibitorio è un marchio di garanzia di cognizione,„ ha detto mariano. “Se siamo determinanti o eseguenti la chirurgia, è importante da mettere a fuoco su cui realmente gli argomenti e trascurano che cosa non fa.„

Il fatto che le persone bilingui stanno praticando costantemente il controllo inibitorio potrebbe anche contribuire a spiegare perché il bilinguismo sembra offrire un vantaggio protettivo contro Alzheimer e demenza, ha detto mariano.

“Che è la parte emozionante,„ ha detto. “Facendo uso di un altro linguaggio fornisce l'esercizio di accessorio del cervello. Non dovete uscire del vostro modo fare un puzzle perché il cervello già sta manipolando costantemente due linguaggi. „

Il gruppo Marian ha incluso i candidati nordoccidentali Sara Chabal e James Bartolotti di Ph.D. Hanno collaborato con Kailyn Bradley ed Arturo Hernandez dell'università di Houston.

Mariano ha cresciuto il rumeno ed il Russo parlanti. L'inglese è il suo terzo linguaggio; egualmente parla certi Spagnolo, francese e olandese di base.

“Non è mai troppo recente per imparare un altro linguaggio,„ ha detto. “I vantaggi possono essere veduti anche dopo appena un semestre di studio.„