Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova droga anticancro può proteggere le celle normali da radiazione

Sebbene i trattamenti radioattivi siano stato molto raffinati negli ultimi anni, rimane una sfida ad entrambi sufficientemente dosa il tumore mentre risparmia il tessuto circostante. Una nuova droga anticancro, già nello sviluppo clinico, può contribuire ad affrontare questa emissione proteggendo le celle normali - ma non il cancro - dagli effetti di radiazione. La ricerca, pubblicata il 14 novembre in terapeutica molecolare del Cancro, ulteriore suggerisce che questa droga possa anche essere utile nel trattamento dell'esposizione accidentale a radiazione.

“Era un colpo di fortuna che la droga le celle normali il più efficacemente protette ed i tessuti contro radiazione egualmente che i beni anticancro, così potenzialmente aumentando l'indice analitico terapeutico della radioterapia,„ dice Ulrich Rodeck, M.D., il Ph.D., professore della dermatologia e biologia e l'oncologia cutanee di radiazione all'università di Thomas Jefferson ed autore senior sullo studio.

Insieme a primo Vitali Alexeev autore, il Ph.D., l'assistente universitario, la dermatologia e la biologia cutanea, il Dott. Rodeck ed i colleghi hanno provato cinque composti che sono stati indicati per avere beni radiazione-protettivi negli studi più iniziali. I ricercatori hanno dato i mouse uno dei cinque composti un il giorno prima e per parecchi giorni dopo il trattamento radioattivo. Un composto ha chiamato RTA 408 emergente da questo schermo poichè un protettore robusto di radiazione ed il suo effetto erano comparabili alla sola droga corrente approvata da FDA per quello scopo. (La droga approvata, chiamata amifostine, tuttavia, ha effetti secondari di un numero compreso la nausea severa o il vomito del quello operargli una scelta sgradevole per i clinici.) I siti che sono solitamente i più suscettibili di danno da radiazione compreso l'intestino e dei globuli nel midollo osseo erano entrambe il protetto in mouse trattati con RTA 408.

Facendo uso delle celle di carcinoma della prostata umane che crescono in mouse, i ricercatori egualmente hanno indicato che RTA 408 non ha fatto confer radioprotezione alle cellule tumorali. Infatti, quando RTA 408 è stato dato da solo, senza radiazione, egualmente ha rallentato la crescita dei trapianti umani del carcinoma della prostata in mouse. In associazione, più ulteriormente ha ampliato gli effetti inibitori della crescita del tumore di radiazione.

“Era realmente emozionante vedere,„ dice il Dott. Rodeck, “che combinare la radiazione e RTA-408 più efficacemente ha inibito la crescita del tumore confrontata a usando uno o l'altro come singole modalità del trattamento.„

Il Dott. Rodeck e colleghi pianificazione continuare a disfare i sostegni molecolari di questi effetti radiazione-protettivi per capire quanto questo composto funziona esattamente e come il suo meccanismo di atto potrebbe essere migliorato per le applicazioni cliniche.

Il RTS 408 corrente sta sviluppando dai prodotti farmaceutici di REATA per una serie di applicazioni cliniche, compreso una prova corrente che iscrive i pazienti per un modulo attuale della droga applicata ai pazienti che avvertono la dermatite di radiazione.

Source:

Thomas Jefferson University