Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di NUS fanno la scoperta dell'innovazione che potrebbe piombo al trattamento futuro per la sclerosi a placche

Gli ultimi risultati possono fornire un viale per intervento terapeutico della sclerosi a placche

Un gruppo di ricerca pluridisciplinare dall'università nazionale di Singapore (NUS) ha fatto una scoperta dell'innovazione di un nuovo tipo di celle immuni che possono aiutare nello sviluppo di un trattamento futuro per la sclerosi a placche (MS).

Piombo dal professor Xin-Yuan Fu, ricercatore principale senior da CSI Singapore e professore al dipartimento della biochimica alla scuola di medicina di Lin del gabinetto di NUS Yong ed al Dott. Wanqiang Sheng, collega post-dottorato a CSI Singapore, il gruppo ha trovato che un nuovo tipo di linfociti T helper immuni ha nominato le celle di TH-GM gioco un ruolo cruciale nel sistema immunitario e nella patogenesi di infiammazione di un neurone. I risultati fanno luce su un nuovo viale possibile per intervento terapeutico, che può essere usato indipendente o insieme con altre opzioni del trattamento per migliorare i risultati nel trattamento di sig.ra.

Lavorando con il Dott. Yong-Liang Zhang dal dipartimento di microbiologia alla scuola di medicina di Lin del gabinetto di NUS Yong, a prof. Fu ed al suo gruppo ha indicato che STAT5, un membro IMMEDIATAMENTE della famiglia delle proteine, programmi TH-GM ed iniziati la risposta immunitaria ad un automatico-antigene nel rispondere ad un segnale da un'interleuchina, IL-7, causante l'neuro-infiammazione, la patogenesi ed il danno nel sistema nervoso centrale. La didascalia IL-7 o STAT5 fornirebbe un vantaggio terapeutico significativo per questa malattia. Lo studio in primo luogo è stato pubblicato online il 21 novembre nel complesso editoriale della ricerca delle cellule del giornale di natura.

Il ms è la malattia autoimmune più prevalente del sistema nervoso centrale, pregiudicante circa 2,5 milione di persone globalmente, con i casi che mostrano un'più alta prevalenza in Europa settentrionale. Malgrado molti anni di ricerca, le cause del ms sono in gran parte poco chiare e la malattia rimane incurabile.

Questo studio offre una comprensione importante nei meccanismi dietro sig.ra il Dott. Richard Flavell, presidenza del dipartimento dell'immunologia all'Yale University, U.S.A. e un leader mondiale nel campo dell'immunologia, ha notato che i risultati dallo studio possono ora fornire un collegamento meccanicistico fra IL-7/STAT5-mediated che segnalano e patogenicità comunicata per cellule dell'assistente di T.

IMMEDIATAMENTE la famiglia delle proteine e la loro via di segnalazione (chiamata JAK-STAT) originalmente sono state scoperte da prof. Fu ed i suoi colleghi nel 1992. La perturbazione di questa via è stata indicata per essere una causa importante per molti generi di malattie infiammatorie. Le medicine novelle che interferiscono con JAK-STAT da allora sono state approvate a negli Stati Uniti, l'Europa e Singapore per il trattamento di numerose malattie e le vendite annuali delle medicine che comprendono JAK-STAT si pensano che superassero US$1.6 miliardo nel 2016. Il IL-7-STAT5 recentemente scoperto da prof. Fu ed il suo gruppo nell'neuro-infiammazione amplia significativamente questa riga di ricerca medica, di sviluppo e di intervento terapeutico in una serie di malattie importanti.

Muovendosi in avanti, prof. Fu ed il suo gruppo stanno ricercando la funzione fisiologica di TH-GM per avanzare lo sviluppo della terapia per varie malattie autoimmuni umane.

Source:

National University of Singapore