Il quarto di tutti i cancri in relazione con l'obesità nel 2012 attribuiti ad aumentare BMI, dice i ricercatori

Sulla base dei risultati, i ricercatori piombo dal Dott. Melina Arnold dall'agenzia internazionale per la ricerca su Cancro (IARC), stimano che un quarto di tutti i cancri in relazione con l'obesità nel 2012 (118 000 casi) sia stato attribuibile all'indice di massa corporea medio aumentante (BMI) nella popolazione dal 1982 ed erano quindi “realisticamente evitabili„.

Facendo uso dei dati da una serie di sorgenti compreso il database di GLOBOCAN dell'incidenza e della mortalità del cancro per 184 paesi, Arnold ed i colleghi hanno creato un modello per stimare la frazione dei cancri connessi con l'immunizzazione corporea in eccesso in paesi e nelle regioni universalmente nel 2012 e la proporzione che potrebbe essere attribuita ad aumentare BMI dal 1982.

I risultati rivelano che il cancro in relazione con l'obesità è un maggior problema per le donne che gli uomini, in gran parte dovuto i cancri al seno dell'endometrio (utero/utero) e post-della menopausa. Negli uomini, il peso in eccesso era responsabile di 1,9% o 136 000 nuovi cancri nel 2012 ed in donne era 5,4% o 345 000 nuovi casi.

il petto, dell'endometrio Post-della menopausa e tumori del colon erano responsabili di quasi tre quarti del carico in relazione con l'obesità del cancro in donne (quasi 250 000 casi), mentre negli uomini colon e nei cancri del rene rappresentati oltre due terzi di tutti i cancri in relazione con l'obesità (quasi 90 000 casi). Vedi le pagine delle tabelle 1 e 2 3-5.

In sviluppato in (indice analitico di sviluppo umano molto alto; I paesi di HDI), intorno 8% dei cancri in donne e 3% negli uomini sono stati associati con l'immunizzazione corporea in eccesso, rispetto ad appena 1,5% dei cancri in donne ed a circa 0,3% dei cancri negli uomini in paesi in via di sviluppo (HDI basso).

L'America settentrionale ha contribuito di gran lunga la maggior parte dei casi con 111 000 Cancro-equivalente quasi ad un quarto (23%) di tutti i nuovi cancri in relazione con l'obesità globale-e l'Africa Subsahariana ha contribuito i minimo (7300 cancri o 1,5%). All'interno di Europa, il carico era più grande in Europa Orientale, rappresentante più di un terzo dei casi europei totali dovuto l'eccesso BMI (66 000 cancri). Si veda la figura 1 la pagina 7.

La proporzione di cancri in relazione con l'obesità ha variato ampiamente fra i paesi. Negli uomini, era particolarmente alta in repubblica Ceca (5,5% di nuovi casi del cancro del paese nel 2012), in Giordania ed in Argentina (4,5%) ed a nel Regno Unito e Malta (4,4%). In donne, era in maniera sconvolgente alta in Barbados (12,7%), seguite dalla repubblica Ceca (12%) e dal Porto Rico (11,6%). Era la più bassa in entrambi i sessi in paesi all'interno dell'Africa Subsahariana (meno di 2% in uomini ed inferiore a 4% in donne). Per i risultati più dettagliati dalla regione determinata e dal paese vedi figura 2 impaginare 8 e l'allegato xiii.

Secondo Dott. Arnold, “i nostri risultati aggiungono il contributo ad uno sforzo globale per indirizzare le tendenze relative aumentare all'obesità. La prevalenza globale dell'obesità in adulti si è raddoppiata dal 1980. Se questa tendenza continua certamente amplificherà il carico futuro di cancro, specialmente nel Sudamerica e l'Africa del Nord, dove i più grandi aumenti nella tariffa dell'obesità sono stati ispezionati i 30 anni ultimi.„

Scrivendo in un commento collegato, il Dott. Benjamin Cairns dall'università di Oxford nel Regno Unito dice, “se 3·6% di tutti i cancri sono associati con alto BMI, quello è quasi mezzo milione cancri, ma questo numero è grande pricipalmente perché la popolazione mondiale è grande. Le risorse sanitarie globali specificamente per prevenzione del cancro non sono così grandi e le risorse mirate a all'obesità devono essere equilibrate contro quelle per altre cause importanti di cancro, specialmente delle infezioni e dell'uso del tabacco, che ciascuna sono associate con le proporzioni di casi molto più grandi.„