ASBM annuncia i risultati dell'indagine europea a EuropaBio - riunione del medico di ASEBIO

Alliance per le medicine biologiche sicure ha presentato i risultati da un'indagine dei medici europei “al 1ST EuropaBio - riunione di ASEBIO sull'innovazione e sulle terapie biologiche„ al ministero della sanità spagnolo, servizi sociali e l'uguaglianza. L'evento, ospitato da EuropaBio e dall'associazione spagnola della bioindustria (ASEBIO), ha incluso i regolatori dal ministero della sanità spagnolo, dai medici dalle società spagnole della reumatologia e dell'oncologia, dai rappresentanti da un'organizzazione del farmacista dell'ospedale e dai gruppi pazienti.

Il direttore esecutivo Michael Reilly di ASBM ha diviso i risultati dell'indagine dei medici dell'Ue condotta alla fine del 2013 ed egualmente per il primo hanno impiegato le risposte specifiche dai medici spagnoli che sono stati inclusi nell'indagine. L'indagine di ASBM è la prima del suo genere in Europa e se dati apprezzati sui punti di vista dei medici e di comprensione delle medicine biosimilar. Oltre 470 nefrologi, reumatologi, dermatologi, neurologi, endocrinologi ed oncologi dai grandi cinque paesi d'Europa occidentale che egualmente hanno incluso la Francia, la Germania, l'Italia ed il Regno Unito.

“I medici in Spagna ed attraverso Europa hanno una comprensione solida delle medicine biologiche, tuttavia, c'è una chiara esigenza dell'educazione più permanente quando si tratta dei biosimilars,„ ha detto Reilly nella sua presentazione. “I dati della Spagna come pure i dati dalla più grande indagine indicano chiaramente che idee sbagliate del medico circa i biosimilars e le pratiche che di prescrizione utilizzano, indicano una forte esigenza di chiaro schema di nomina con i nomi non privati distinguibili per tutto il biologics.„

Nella presentazione, Reilly ha precisato mentre i medici spagnoli hanno una migliore comprensione del biologics e dei biosimilars che le loro controparti europee, solo 28% dei medici spagnoli sono “molto abituati„ con i biosimilars. Inoltre, quasi un quarto dei medici spagnoli esaminati - 23% - non potrebbe definire o non aveva sentito parlare dei biosimilars prima.

I medici in Spagna in modo schiacciante hanno indicato che dovrebbero avere la sola facoltà di decidere che la medicina biologica più adatta per i loro pazienti con acconsentiree di 88% quel essi soli dovrebbe essere il decisore confrontato a 68% dei dichiaranti di indagine dalla Francia, la Germania, l'Italia ed il Regno Unito. Ulteriormente, i dichiaranti spagnoli hanno creduto forte che dovrebbero essere comunicati se un farmacista dispensasse un biologico all'infuori di quello hanno prescritto - 92% ha detto che è molto importante o critico che sono comunicati - confrontato alla media di 54% degli altri paesi europei esaminati.

Source:

Alliance for Safe Biologic Medicines