Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati riferiscono il nuovo approccio a sconfiggere l'asma mirando all'allergene

I trattamenti correnti di asma possono alleviare i sintomi ansare, della tosse ed altro ritenuti da milioni di Americani ogni anno, ma non ottengono alla causa di origine della circostanza. Ora, per la prima volta, gli scienziati stanno riferendo un nuovo approccio a sconfiggere l'asma mirando al grilletto -- l'allergene -- prima che possa scintillare un attacco. Descrivono il loro nuovo composto, che hanno provato sui ratti, in giornale di ACS di chimica medicinale.

Clive Robinson e colleghi spiega quello per impedire molti problemi sanitari, l'approccio ideale al trattamento o alla prevenzione comprende ottenere alla causa di una circostanza e mirarle direttamente. L'asma, che accade quando il sistema immunitario entra in overdrive che pregiudica le vie respiratorie in risposta ad una sostanza altrimenti inoffensiva, ha posato una sfida a questo modello. Quello è perché può essere provocato dagli allergeni o dagli irritanti differenti. Ma gli studi recenti suggeriscono che la maschera non potrebbe essere complicata quanto precedentemente abbia pensato. Gli scienziati hanno trovato che gli acari della polvere sono uno dei grilletti più importanti di asma allergica. Così il gruppo di Robinson ha voluto trovare un modo neutralizzare gli allergeni dell'acaro.

I ricercatori hanno identificato un composto che lega ad un allergene importante dell'acaro della polvere e lo ha trasformato in una polvere inalabile. Lo hanno provato sui ratti ed hanno trovato che ha inumidito significativamente la risposta immunitaria degli animali quando sono stati esposti a vari allergeni. Questo composto ed altri simili inibitori hanno potuto salutare una nuova direzione nel trattamento di asma, dicono i ricercatori.