Gli attacchi di Gotta sono più comuni alla notte

Dalla Spigola BSc di Kate

La Ricerca, pubblicata oggi, ha indicato che un attacco acuto di gotta è più di due volte probabilmente di accadere durante le ore di primo mattino o di notte quanto durante il giorno. La prevalenza aumentata degli attacchi di gotta alla notte è stata osservata anche dopo 24 ore senza l'alcool e l'assunzione bassa della purina.

La Gotta è l'artrite infiammatoria più comune, pregiudicante intorno 8,3 milione Americani. I chiarori Acuti di gotta sono la conseguenza estremamente dolorosa dei cristalli dell'acido urico che si formano all'interno delle giunture. L'acido Urico è un sottoprodotto naturale del metabolismo delle purine ingerite, che sono trovate naturalmente nella maggior parte dei alimenti (ed all'interno delle celle del corpo umano). Le Purine si presentano in particolare le alte concentrazioni in carne di organo, frutti di mare ed alcool (lievito).

Alluce di Gotta

Lo Studio Online di Gotta di Boston ha seguito 724 pazienti con la gotta per un anno fra 2003 e 2013 per identificare i grilletti possibili per gli attacchi di gotta. I Partecipanti hanno registrato la data e l'ora a cui un attacco di gotta si è presentato, fornenti i dettagli circa i loro sintomi esatti, uso del farmaco e determinati fattori di rischio (quali uso dell'alcool ed il consumo dei frutti di mare) durante le 24 ore e le 48 ore che precedono la gotta si svasano.

Durante lo studio, i partecipanti hanno sperimentato 1.433 attacchi di gotta, 733 di cui si sono presentati fra la mezzanotte ed il 07:59, 310 fra il 08:00 ed il 14:29 e 390 fra il 15:00 ed il 23:59. Rispetto alle ore di giorno, i chiarori di gotta erano quasi 2 e 1/2 volte più comuni durante la notte e 1,3 volte più comuni nella sera.

Sebbene 68% dei partecipanti abbia consumato l'alcool prima di un chiarore di gotta, i ricercatori hanno trovato che il rischio aumentato di chiarore di gotta alla notte ha persistito anche fra coloro che non ha avuto ingestione di alcol e un'assunzione bassa delle purine durante le 24 ore prima dell'attacco di gotta.

Il Dott. Hyon Choi dell'Autore principale ha commentato:

I Nostri risultati forniscono la prima prova futura che il rischio di chiarori di gotta è più alto durante le ore di primo mattino e di notte che durante il giorno… È speculato che la temperatura corporea più bassa, la disidratazione di notte, o una immersione notturna dei livelli del cortisol possono contribuire al rischio di attacchi di gotta alla notte.

Le misure profilattiche di Gotta possono quindi avere bisogno di di mirare a tali cambiamenti notturni per efficacemente impedire i chiarori di gotta.

Sorgenti

Choi HK, et al. Rischio Notturno degli Attacchi di Gotta. Artrite & Reumatologia 2014. Epub davanti alla stampa. Disponibile a http://doi.wiley.com/10.1002/art.38917

Advertisement