Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di Uc Davis scoprono la relazione complessa fra le proteine p53 e Rbm38

Gli scienziati lungamente hanno saputo che la proteina p53 sopprime i tumori. Tuttavia, uno studio sugli animali recente dai ricercatori di Uc Davis ha scoperto una relazione complicata fra p53 e un'altra proteina, Rbm38, evidenziante come l'organismo calibra i livelli della proteina. Troppo Rbm38 diminuisce i livelli p53, aumentanti il rischio di cancro. Troppo poco Rbm38 permette la sovraespressione p53, causante l'invecchiamento prematuro. Lo studio è stato pubblicato nel giornale PNAS il 15 dicembre.

“La proteina p53 è necessaria per soppressione del tumore,„ ha detto Xinbin Chen, professore alle scuole di medicina di Uc Davis ed alla medicina veterinaria. “Quando Rbm38 sopprime p53, gli organismi sviluppano i tumori. Tramortire Rbm38 aumenta p53, che abbiamo pensato potremmo essere una buona cosa. Ma troppo p53 sopprime la progressione del ciclo cellulare, causante la morte delle cellule, l'invecchiamento prematuro e perfino il cancro.„

La relazione fra p53 e Rbm38 può essere descritta il più bene come ciclo: p53 regolamenta l'espressione Rbm38, mentre Rbm38 sopprime p53. A volte i risultati sono imprevedibili, anche contraddittorio. I livelli elevati Rbm38 sono stati trovati in determinato petto e nei cancri e nel linfoma colorettali del cane. Tuttavia, Rbm38 aumentato egualmente è associato con le migliori prognosi in glioblastoma, nel cancro ovarico ed in altri moduli di cancro al seno.

Tenendo conto dei giochi complessi di ruolo Rbm38 nel cancro, Chen ed il suo gruppo hanno voluto capire che cosa sarebbe accaduto se Rbm38 fosse eliminato dall'equazione. I livelli aumentati p53 migliorerebbero la soppressione del tumore?

La risposta era risuonare no tramortendo Rbm38 e p53 così aumentante, causato i problemi con formazione di sangue, la sensibilità aumentata a radiazione ionizzante e l'invecchiamento prematuro.

“Abbiamo trovato che i mouse hanno avuti problemi con la ferita che guarisce, l'anemia ed altri fenotipi di invecchiamento,„ note Chen. “Ha aumentato il apoptosis di causa dei livelli p53, che piombo alle più brevi durate della vita.„

Forse il più sorprendente, gli animali egualmente avevano aumentato il rischio di cancro, amplificato dall'invecchiamento accelerato. La perdita di Rbm38 ha influenzato una serie di geni infiammatori connessi con cancro. Ciò era particolarmente evidente in mouse senza p53 come pure quelle che avevano perso la funzione p53 con l'età.

Queste interazioni complesse sono causa per sia l'avvertenza che eccitazione. Mentre troppo p53 può essere una cattiva cosa, con attenzione manipolare queste due proteine potrebbe avere vantaggi terapeutici.

“Il regolamento reciproco fra Rbm38 e p53 è estremamente importante sia ad invecchiamento che tumorigenesis,„ ha detto primo Jin Zhang autore. “È possibile noi può mirare a Rbm38 per fare p53 i livelli andare su in celle del tumore, in grado di uccidere le celle del tumore e sopprimere la progressione del cancro.„

Source:

UC Davis