Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La terapia di Combinazione può diminuire la ricorrenza di piccolo, tumori del petto di HER2-positive

In un test clinico di fase 2, donne con piccolo (fase 1), tumori del petto di HER2-positive che hanno ricevuto una combinazione di chemioterapia dell'basso-intensità e di ambulatorio seguente mirato a della droga era altamente improbabile da fare ricorrere il cancro all'interno di tre anni di trattamento, dei ricercatori al Dana-Farber Cancer Institute e di altre istituzioni riferisce in un documento pubblicato oggi da New England Journal di Medicina.

I risultati possono contribuire a stabilire la terapia - che combina il paclitaxel dell'agente della chemioterapia e il trastuzumab mirato a della droga (Herceptin) - come il primo approccio standard del trattamento per questo gruppo di pazienti, lo stato degli autori.
Molti studi precedenti hanno escluso le donne con i piccoli (meno di 2 cm di diametro) tumori del petto di HER2-positive che non si erano sparsi ai linfonodi vicini dai test clinici di trastuzumab, perché non è stato considerato prudente esporrli ad una droga d'investigazione, dati relativamente l'a basso rischio che la malattia avrebbe ricorso. Senza un singolo, trattamento standard per questo gruppo di pazienti, approcci del trattamento hanno variato ampiamente. (Cancri al seno sono classificati come HER2-positive se le loro celle hanno recettore del fattore di crescita dell'epidermide umani in eccedenza sulla loro superficie, rendente li extri-sensibile ai segnali svilupparsi e dividersi.)

“Le Donne con piccolo, il positivo HER-2, [nessun segno della diffusione ai linfonodi adiacenti] tumori vertice-negativi del petto hanno un minimo, ma ancora significativo, rischio di ricorrenza della loro malattia,„ ha detto l'autore senior dello studio, Eric Winer, il MD, Direttore del Programma dell'Oncologia del Petto alla Susan F. Smith Center per i Cancri delle Donne a Dana-Farber. “Questo studio dimostra che una combinazione di chemioterapia dell'basso-intensità e di trastuzumab - che è associato con meno effetti secondari che i regimi tradizionali della chemioterapia - è un livello di cura supplichevole per questo gruppo di pazienti.„

Lo studio ha iscritto 406 pazienti con HER2-positive, tumori vertice-negativi del petto più piccoli di 3 cm. Sono stati trattati con la combinazione della droga per 12 settimane, seguita da nove mesi di Herceptin da solo. (I regimi Tradizionali della droga per le donne con il cancro al seno di HER2-positive comprendono la chemioterapia con il adriamycin e cytoxan seguiti da paclitaxel e da trastuzumab.)

Tre anni dopo il completamento della terapia, 98,7 per cento dei partecipanti erano vivi ed esenti da cancro al seno dilagante. Gli effetti secondari erano generalmente più delicati di quelli connessi con i regimi tradizionali della chemioterapia.

“Siamo impegnati ad identificare i regimi terapeutici che sono adattati non solo alle funzionalità biologiche specifiche del cancro di una donna, ma anche nella fase del cancro - la dimensione del tumore e fin dove ha avanzato,„ ha detto dell'autore principale dello studio, Sara Tolaney, il MD, MPH, della Susan F. Smith Center per i Cancri delle Donne a Dana-Farber “che Questo studio è un esempio tipico del valore di quell'approccio.„

Dana-Farber Cancer Institute di SORGENTE