Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il trattamento freddo del plasma di pressione atmosferica può diminuire il rischio di trasmissione del norovirus

Trattando le superfici con il plasma freddo di pressione atmosferica (CAPP) può diminuire il rischio di trasmissione il norovirus, un virus contagioso che piombo al dolore di stomaco, la nausea e della diarrea, secondo un nuovo studio.

L'opera, pubblicata questa settimana nel mBio®, il giornale online di aperto Access della società americana per microbiologia, indicata che CAPP ha diminuito significativamente il numero delle particelle del virus nei campioni di norovirus. CAPP, che realmente è vicino alla temperatura ambiente, è un tipo di gas usato per uccidere i batteri senza nuocere alle superfici o ai tessuti umani. Sta utilizzando in alcune applicazioni mediche come la guarigione della ferita. Alcuni scienziati egualmente stanno studiando il suo potenziale di eliminare i batteri dalle frutta, dalle verdure e dalle carni.

L'individuazione è emozionante perché i noroviruses sono tipicamente molto stabili nell'ambiente, resistente al trattamento dai detersivi o dal cloro, congelantesi o riscaldante, ha detto lo studio senior l'autore Günter Klein, testa dell'istituto di qualità e di sicurezza alimentare dei prodotti alimentari all'università di medicina veterinaria Hannover in Germania. Noroviruses è la causa più frequente della gastroenterite acuta non batterica epidemica universalmente, disse, che causa ogni anno oltre 19 milione casi della malattia negli Stati Uniti.

“CAPP è un metodo di energia rispettosa dell'ambiente e bassa che fa diminuire il caricamento microbico sulle superfici,„ Klein ha detto. “La tecnologia è efficace contro i virus con un'alta tenacia, come i noroviruses. La sua riuscita applicazione nella terapia medica dovrebbe essere trasferita ad altre aree.„

Per studiare l'impatto di CAPP sul norovirus, Klein ed i colleghi hanno preparato sulle capsule di Petri sterili tre diluzioni di un campione di feci 2011 da un soldato tedesco infettato con il norovirus. Hanno trattato i campioni con CAPP per le durate varianti, fino a 15 minuti, in una camera del plasma.

Dopo il trattamento, gli scienziati hanno osservato che i campioni trattati per il tempo massimo hanno avuti il caricamento virale più basso. CAPP ha ridotto il numero delle particelle potenzialmente contagiose del virus da 22.000 (simile a che cosa sarebbero trovati su una superficie commovente da qualcuno infettato con il norovirus) a 1.400 dopo 10 minuti e a 500 dopo 15 minuti. Alcune riduzioni del caricamento virale sono state vedute solo in un - due minuti del trattamento.

“Il plasma freddo poteva inattivare il virus sulle superfici provate, suggerenti che questo metodo potrebbe essere usato per la disinfezione continua delle superfici contaminate,„ Klein ha detto. Sebbene il plasma non potrebbe eliminare il virus completamente, disse, “una riduzione è ancora importante da abbassare il contagioso dosa e l'esposizione per gli esseri umani.„

Negli studi futuri, il gruppo di Klein verificherà i beni della disinfezione del plasma sulle superfici e sui tipi supplementari di norovirus ed utilizza i microscopi elettronici per esaminare la struttura del virus prima e dopo il trattamento di CAPP.

Source:

American Society for Microbiology