Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il Dott. Hans Clevers riceve il premio del McEwen di ISSCR per innovazione

La società internazionale per la ricerca della cellula staminale (ISSCR) ha assegnato il Dott. Hans Clevers, autore senior su due documenti importanti pubblicati recentemente nella cella del giornale scientifico, premio del McEwen della società per innovazione. Gli articoli descrivono lo sviluppo di un sistema coltivante per le cellule staminali umane del fegato come pure le cellule staminali da cancro del pancreas, scoperte con il potenziale di rivoluzionare il trapianto e l'aiuto del fegato nella lotta contro cancro del pancreas, rispettivamente.

Clevers è un professore all'istituto di Hubrecht ed al Presidente dell'accademia olandese reale delle arti e delle scienze. Divide il premio di McEwen per innovazione con il Dott. Irving Weissman, scuola di medicina di Stanford, per l'identificazione, la depurazione futura e la caratterizzazione delle cellule staminali e dell'avanzamento tessuto-associati (adulti) somatici di questa ricerca verso le applicazioni cliniche.

“Queste nuove scoperte da Hans Clevers estendono il lavoro per cui ha ricevuto il premio di McEwen, il premio più prestigioso di ISSCR,„ il Dott. Rudolf Jaenisch, Presidente di ISSCR, ha detto. “Il Dott. innovatore Clevers di approccio ha contenuto l'intestino ha portato i suoi frutti ed ha provato la base di questi avanzamenti significativi nel fegato e nel pancreas, di cui tenga la grande promessa per lo studio ed i trattamenti per le malattie che urtano questi organi.„

Organoids

Fino ad oggi, è sembrato impossible da tenere il tessuto sano o malato dagli stati di sotto vivi del laboratorio dei pazienti, per non parlare di moltiplicarlo. Tuttavia, nel 2009, il gruppo di ricerca intestato da Clevers ha descritto un metodo coltivante rivoluzionario che ha permesso la coltura delle mini-budella dalle singole cellule staminali dell'intestino del mouse. Questi organoids sono organi miniatura funzionali che possono svilupparsi nella cultura del tessuto. Lo stesso gruppo di ricerca ora aggiunge un sistema coltivante per le cellule staminali del fegato e le cellule staminali da cancro del pancreas alla loro registrazione. In futuro, le cellule staminali coltivate potrebbero in teoria sostituire gli organi erogatori per trapianto. Egualmente offrono le prospettive per medicina personale, lo sviluppo dei trattamenti specificamente adattati ai diversi pazienti.

Cellule staminali coltivate del fegato

La tecnologia descritta in cella può essere utilizzata per la replica a lungo termine nel laboratorio degli importi minuscoli del tessuto raccolti da un fegato sano o malato. Durante quattro mesi, l'equivalente di un fegato maturo può essere coltivato da una singola cellula staminale del fegato. Tutte le analisi indicano che questo tessuto coltivato è geneticamente lo stesso del tessuto sano del fegato ed è molto stabile.

I mini-fegati umani coltivati già sono stati trapiantati con successo in mouse con danno di fegato. Ciò è il primo punto verso usando questo tessuto coltivato del fegato per sostituire i fegati erogatori per trapianto. Come tale, questa tecnologia ha potuto risolvere la scarsità mondiale dei fegati erogatori. Inoltre, questa tecnologia offre il potenziale futuro per medicina personale. Organoids potrebbe, per esempio, svilupparsi dal tessuto dei pazienti che soffrono dalle affezioni epatiche genetiche, di modo che le droghe hanno potuto essere provate su questo materiale paziente in primo luogo, prima dell'amministrazione ai pazienti stessi. Gli esempi di tali malattie sono carenza dell'alfa-1-antitripsina e sindrome di Alagille.

Cellule staminali pancreatiche

Il gruppo di ricerca di Clevers riferisce ulteriormente su una tecnologia per la coltura a lungo termine del laboratorio delle cellule staminali pancreatiche in buona salute e malate, che non era prima possibile. Il suo gruppo ha lavorato con il Dott. David Tuveson del laboratorio freddo del porto della sorgente in New York.

Lo studio in cella indica che la sensibilità o la resistenza del tessuto del tumore di diversi pazienti a una vasta gamma di droghe di cancro può essere determinata in laboratorio. Come punto seguente, questo metodo può quindi essere usato per prescrivere la terapia individualizzata per ogni malato di cancro.

La tecnologia descritta poi è stata usata per creare “un biobank vivente„ dei tumori pancreatici coltivati da un grande gruppo di pazienti con cancro del pancreas. Ciò permette la coltura dei organoids dai pazienti multipli, che a sua volta permette di studiare le più grandi popolazioni. Stabilito con supporto dall'associazione del cancro/supporto olandesi fino alla campagna del Cancro (KWF/Sta Tegen op Kanker), questo biobank è aperto a volere mondiale dei ricercatori e delle società del cancro sviluppare le nuove droghe ed i trattamenti di cancro.

Il cancro del pancreas è uno dei moduli più micidiali della malattia. Soltanto sei per cento dei pazienti sopravvivono a per oltre cinque anni. Non c'è efficace terapia.

Source:

International Society for Stem Cell Research