Esposizioni chimiche quotidiane collegate a menopausa più in anticipo

Donne di cui gli organismi hanno alti livelli dei prodotti chimici trovati in plastica, nei prodotti di personale-cura, negli elementi comuni della famiglia e nelle menopause di esperienza dell'ambiente due - quattro anni più in anticipo delle donne con i livelli più bassi di questi prodotti chimici, secondo un nuovo studio alla scuola di medicina dell'università di Washington a St. Louis.

I risultati sono riferiti il 28 gennaio online nel giornale PLOS UNO.

I ricercatori hanno esaminato i livelli in sangue ed urina di 111 prodotto chimico che sono sospettati di interferenza con la produzione e la distribuzione naturali degli ormoni nell'organismo. Mentre parecchi più piccoli studi hanno esaminato il collegamento fra i cosiddetti prodotti chimici e menopausa d'interruzione, la nuova ricerca è la prima per esplorare largamente l'associazione fra menopausa ed i diversi prodotti chimici su vasta scala, facendo uso di un campione nazionalmente rappresentativo dei pazienti attraverso gli Stati Uniti.

“I prodotti chimici collegati a menopausa più in anticipo possono piombo ad un calo iniziale nella funzione ovarica ed i nostri risultati ci indicano come una società dovrebbe essere interessata,„ hanno detto il bottaio ambrato dell'autore senior, il MD, un assistente universitario dell'ostetricia e la ginecologia.

Un declino nella funzione ovarica non solo può pregiudicare avversamente la fertilità ma anche può piombo allo sviluppo più iniziale della malattia di cuore, dell'osteoporosi e di altri problemi sanitari. Altri problemi già collegati ai prodotti chimici comprendono determinati cancri, la sindrome metabolica e, in più giovani femmine, la pubertà iniziale.

“Molte di queste esposizioni chimiche sono oltre il nostro controllo perché sono nel terreno, acqua ed aria,„ Cooper hanno detto. “Ma possiamo istruirci circa le nostre esposizioni chimiche quotidiane e diventare più coscienti della plastica e di altri prodotti che della famiglia usiamo.„

Per esempio, il bottaio raccomanda che l'alimento di microonda della gente in contenitori di vetro o di carta invece in di plastica e della prova per imparare più circa gli ingredienti in cosmetici, nei prodotti di personale-cura e nell'imballaggio per alimenti essi usi ogni giorno.

Sebbene molti dei prodotti chimici inclusi nello studio siano stati vietati da produzione degli Stati Uniti a causa dei loro effetti sulla salute negativi, ancora sono prodotte globalmente e sono dominanti nell'ambiente.

Nello studio, il bottaio ed i ricercatori all'università di scuola di medicina della città di Missouri-Kansas e del Wadsworth concentrano a State University di New York a Albany hanno analizzato i dati raccolti dal 1999-2008 come componente dell'indagine nazionale dell'esame di nutrizione e di salubrità, condotta dal centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti.

L'indagine ha compreso i dati da 31,575 persone, compreso 1.442 donne della menopausa che erano state esaminate a livelli di prodotti chimici d'interruzione. L'età media di queste donne era 61 e nessuno stava usando le terapie della estrogeno-sostituzione o aveva avuta chirurgia per eliminare le ovaie.

L'indagine è stata progettata in modo che le donne che avevano subito la prova chimica rappresentassero una popolazione di quasi 9 milione donne della menopausa.

Il sangue ed i campioni di urina delle donne sono stati analizzati per le esposizioni a 111 principalmente prodotto chimico artificiale, che hanno incluso le tossine riproduttive conosciute e/o quelle che catturano più di un anno per ripartire. I prodotti chimici dalle seguenti categorie sono stati analizzati nell'indagine: diossine/furani (sottoprodotti industriali di combustione); ftalati (trovati in plastica, negli elementi comuni della famiglia, in prodotti farmaceutici e nei prodotti di personale-cura compreso le lozioni, i profumi, il trucco, lo smalto, il sapone liquido e la lacca per capelli); phytoestrogens (estrogeni impianto-derivati); difenili policlorati (PCBs, liquidi refrigeranti); derivati fenolici (fenoli, agenti inquinanti industriali); antiparassitari dell'organofosfato; tensioattivi; ed idrocarburi aromatici policiclici (prodotti di combustione).

I ricercatori hanno identificato 15 prodotti chimici - nove PCBs, tre antiparassitari, due ftalati e un furano (un prodotto chimico tossico) - quella valutazione più vicina della cedola perché sono stati associati significativamente con le età più giovani di menopausa e potenzialmente hanno effetti nocivi sulla funzione ovarica.

“La menopausa più in anticipo può alterare la qualità della vita di una donna ed ha implicazioni profonde per fertilità, salubrità e la nostra società,„ Cooper ha detto. “Capendo come la salubrità di influenze dell'ambiente è complessa. Questo studio non prova la causa, ma le associazioni sollevano una bandiera rossa e supportano l'esigenza della ricerca futura.„

Source:

Washington University School of Medicine