Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Uso digitale dei media degli adolescenti durante la notte collegata al rischio aumentato di problemi di sonno

Gli adolescenti che possiedono gli smartphones passano più tempo online - anche durante la notte, che può pregiudicare il loro sonno. Una nuova università di studio di Basilea su più di 300 rapporti degli studenti che l'uso digitale dei media degli adolescenti durante la notte è associato con un rischio aumentato di problemi di sonno e di sintomi depressivi. I risultati sono stati pubblicati nel giornale della gioventù e dell'adolescenza.

Mentre presentati soltanto verso il 2007, la maggior parte dei adolescenti al giorno d'oggi possiedono gli smartphones. dovuto i collegamenti a Internet wireless e le aliquote forfettarie economiche, adolescenti con gli smartphones passi più tempo online e comunichi con i loro pari per meno soldi per esempio via WhatsApp - che ha cambiato il loro reticolo digitale di uso di media profondo.

Uno studio dall'università di Basilea ha esaminato le differenze nell'uso digitale di media fra gli adolescenti con gli smartphones ed i loro pari con i telefoni cellulari convenzionali. 162 studenti femminili e 200 maschii dalla Svizzera nordoccidentale invecchiata 12 - 17 hanno partecipato allo studio. I risultati indicano che durante i giorni della settimana gli adolescenti con gli smartphones hanno passato più tempo su Internet che i loro pari con i telefoni cellulari convenzionali; in media due ore confrontate ad un'ora. Inoltre, hanno redatto più messaggi di testo quotidiani; in media 85 i messaggi hanno confrontato a sette messaggi.

Disordini di sonno e sintomi depressivi

Una differenza particolarmente notevole è stata trovata per il tempo in cui gli adolescenti erano nei loro letti alla notte: Soltanto 17% dei proprietari dello smartphone ha spento le loro unità o le ha messe su silenzioso durante la notte rispetto a 47% degli adolescenti ai telefoni cellulari convenzionali. Inoltre, adolescenti con gli smartphones indicati più spesso ai video dell'orologio, per essere online ed a testo con gli amici durante la notte che le loro controparti con i telefoni cellulari convenzionali. Per di più, gli adolescenti che hanno usato i media digitali alla notte hanno avuti un rischio aumentato per sonno difficile ed i sintomi depressivi. Gli esperti raccomandano così che adolescenti che soffrono dai disordini di sonno o dalla stanchezza di giorno severa per passare le loro unità digitali di media fuori almeno da un'ora prima di ora di andare a letto.

Source:

University of Basel