Manifestazioni di Studio come il cannabidiol funziona all'interno delle celle

Un gruppo dei ricercatori di Stony Brook University ha identificato le proteine obbligatorie dell'acido grasso (FABPs) come trasportatori intracellulari per due ingredienti in marijuana, in THC e in CBD (cannabidiol). L'individuazione, pubblicata presto online nel Giornale della Biochimica, È significativa perché contribuisce a spiegare come CBD funziona all'interno delle celle. I risultati clinici Recenti hanno indicato che CBD può contribuire a diminuire gli attacchi e potrebbe essere una nuova medicina potenziale per trattare l'epilessia trattamento-resistente pediatrica.

CBD differisce da THC in quanto non è psicoattivo e non lega ai ricevitori di cannabinoido. Alcuni bambini che sono resistenti alle droghe antiepilettiche convenzionali sono stati riferiti a miglioramento di manifestazione con il trattamento orale di CBD. Il gruppo di ricerca Pietroso del Ruscello ha trovato che tre il cervello FABPs porta THC e CBD dalla membrana cellulare all'interno della cella. Questo atto ha permesso loro di eseguire gli esperimenti che inibiscono FABPs e quindi che diminuiscono la ripartizione di anandamide dentro le celle.

“Anandamide, un endocannabinoid, è stato indicato per avere effetti neuroprotective contro gli attacchi negli studi di ricerca di base e questo può risultare essere un meccanismo chiave di controllo di attacco,„ Vallata spiegata Deutsch, PhD, il Professor della Biochimica e della Biologia Cellulare e un docente dell'Istituto della Scoperta Chimica della Droga e di Biologia alla Stony Brook University. “Di Conseguenza da CBD che inibisce FABPs, potremmo potenzialmente sollevare i livelli di anandamide nelle sinapsi del cervello.„

I risultati nel documento, nominato “l'Acido Grasso Proteine Obbligatorie sono Portafili Intracellulari per THC e CBD,„ provenga dalla ricerca del gruppo che le portate cinque anni e comprende le loro scoperte che hanno mostrato che livelli di anandamide è stato sollevato nei cervelli del roditore facendo uso delle droghe novelle mirate a a FABPs. Nel 2013, hanno stato sovvenzionato $3,8 milioni dall'Istituto Nazionale su Abuso di Droga, parte degli Istituti della Sanità Nazionali (NIH), per mirare ai trasportatori del endocannabinoid per sviluppare le droghe per dolore ed infiammazione.

Sorgente: Stony Brook University