Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Omega-3 ha potuto completare il trattamento anti--VEGF in AMD

Da Eleonor McDermid, Reporter Senior dei medwireNews

I risultati di studio pilota Suggeriscono che quello catturare a omega-3 i supplementi dell'acido grasso potrebbe aumentare l'efficacia o diminuire la frequenza necessaria del trattamento endoteliale anti-vascolare di fattore (VEGF) di crescita in pazienti con degenerazione maculare senile relativa all'età essudativa (AMD).

Il Ricercatore Flavio Rezende (Università di Montreal, di Quebec, di Canada) ed i colleghe dicono che 5-10% dei pazienti con AMD bagnato perde tre righe o più dell'acuità visiva, malgrado il trattamento e che le iniezioni anti--VEGF più frequenti sono associate con gli effetti secondari.

Hanno studiato il completamento omega-3 come trattamento aggiuntiva in 30 pazienti con AMD e 10 bagnati con la membrana di epiretinal o il foro maculare, come gruppo di controllo supplementare.

Venti dei pazienti con AMD bagnato stavano ricevendo il trattamento anti--VEGF intravitreal; 10 di questi pazienti egualmente sono stati dati a omega-3 quotidiano gli acidi grassi (acido e acido eicosapentanoico docosaexanoici), con gli antiossidanti, lo zinco ed i carotenoidi, mentre gli altri 10 hanno ricevuto appena gli antiossidanti, lo zinco ed i carotenoidi.

A seguito, i pazienti che ricevono il trattamento anti--VEGF senza omega-3 hanno avuti una vasta gamma di livelli vitrosi di VEGF-A, con una media di 626,09 pg/mL, simile a che cosa è stato veduto nei 10 pazienti del trattamento-naïve (essere in media 735,48 pg/mL).

Al Contrario, i pazienti che catturano i supplementi omega-3 hanno avuti un intervallo molto più stretto dei livelli di VEGF-A, con una media di 141,11 pg/mL. Ciò era simile al livello medio di 235,81 pg/mL trovati nel gruppo di controllo dei pazienti con la membrana di epiretinal o il foro maculare.

Fra i pazienti che ricevono il trattamento anti--VEGF, sette di nove pazienti definitivo analizzati dal gruppo omega-3 hanno avuti più bassi livelli di VEGF-A che tutti solo uno dei sei pazienti analizzati chi non stavano catturando questi acidi grassi.

Lo spessore foveal Centrale era simile fra i gruppi e non c'erano egualmente differenze nei livelli del plasma di VEGF-A.

“Di Conseguenza, i nostri dati suggeriscono che il completamento omega-3 abbassi selettivamente l'oculare patologico VEGF-A nella retina, ma VEGF-A sistematici non fisiologici„, scrivono i ricercatori nel Giornale Americano dell'Oftalmologia.

“Gli studi A Lungo Termine saranno richiesti di determinare se la riduzione osservata di VEGF-A dal completamento di omega-3- combinato con anti--VEGF traduce in poca [progressione o attività di neovascularisation coroidico].„

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.