Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

RVEF angiografia-valutato Radionuclide predice i risultati del PAH

Da Shreeya Nanda, Reporter Senior dei medwireNews

Il Riferimento che la frazione ventricolare giusta di espulsione (RVEF) come valutata da angiografia planare convenzionale del radionuclide di equilibrio (ERNA) è associata significativamente con i risultati in pazienti con ipertensione arteriosa polmonare (PAH), la ricerca suggerisce.

Ulteriormente, il cambiamento in RVEF a 3 - 6 mesi dopo che l'inizio del trattamento del PAH egualmente predice il risultato, il rapporto Vincent Cottin (Hôpital Louis Pradel, Lione, Francia) ed i colleghi nel Giornale Respiratorio Europeo.

Dei 100 pazienti con idiopatico, il PAH ereditabile o anorexigen-associato, sopravvivenza cardiovascolare è stato migliorato significativamente in persone con un riferimento mediano RVEF almeno di 25% rispetto a coloro che ha avuto un RVEF meno di 25%, con le tariffe di cinque anni di 70,5% e di 47,1%, rispettivamente.

Un simile miglioramento significativo egualmente è stato osservato per la sopravvivenza di otto anni di tutto causa in partecipanti con un RVEF almeno di 25%, a 69,1% contro 42,3% in quelli con un RVEF più in basso di 25%.

Inoltre, la sopravvivenza cardiovascolare di cinque anni era 88,0% nel 72% dei partecipanti che hanno avuti una stalla o un RVEF aumentato a 3 - 6 mesi che seguono inizio di terapia del PAH e 65,9% in quelli con un RVEF in diminuzione, una differenza che era statisticamente significativa. Ma i partecipanti all'ex gruppo hanno mostrato soltanto una tendenza verso la migliore sopravvivenza di tutto causa.

RVEF egualmente ha predetto la mortalità in pazienti che sono sembrato conservare la funzione sistolica come significato i valori sistolici piani anulari tricuspid normali (TAPSE) di escursione su ecocardiografia transthoracic, piombo i ricercatori concludere che RVEF Erna-valutato planare è utile per la valutazione della prognosi a lungo termine in questa popolazione paziente.

Evidenziando i vantaggi di ERNA planare rispetto ad imaging a risonanza magnetica cardiaco, quali la riproducibilità, il costo ragionevole e l'ampia disponibilità, propongono che la tecnica potrebbe essere “un'alternativa apprezzata„ per valutare la funzione di RV nei pazienti del PAH, ma dicono che i rischi in relazione con l'irradiamento dovrebbero essere considerati, particolarmente in più giovani pazienti.

In un editoriale, in una domanda collegati di Robert Naeije (Ospedale Universitario di Erasme, Bruxelles, Belgio) e di Stefano Ghio (Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia, Italia) “il futuro più luminoso„ proposto di radionuclide RVEF in PAH.

Precisano che “la procedura richiede le nomine ai dipartimenti specializzati, con le liste di attesa possibili„ ed aggiunge che sia importante che la funzione di RV è valutata regolarmente per i pazienti del PAH di tutte le età senza preoccupazioni dei rischi radiazione-associati.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.