Palbociclib estende la sopravvivenza senza progressione nei pazienti di cancro al seno avanzati

Palbociclib, un farmaco orale d'investigazione che funziona bloccando le molecole responsabili della crescita della cellula tumorale, bene è tollerato ed estende la sopravvivenza senza progressione (PFS) nei pazienti di cancro al seno recentemente diagnosticati e avanzati, compreso quelli di cui la malattia ha fermato reagire ai trattamenti endocrini tradizionali. I risultati dello studio di fase II, piombo dai ricercatori nel centro del Cancro di Abramson e nella scuola di medicina di Perelman all'università della Pennsylvania, sono stati pubblicati questo mese nella ricerca sul cancro clinica. I risultati più iniziali di fase I dai ricercatori alla medicina di Penn hanno contribuito allo sviluppo di palbociclib, che recentemente è stato approvato dagli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) per i pazienti di cancro al seno metastatici che cominciano appena a subire la terapia endocrina.

“L'approvazione di FDA ha ampliato le opzioni dei trattamenti per molti pazienti di cancro al seno metastatici, ma questi nuovi risultati stanno mostrando quanto efficace la droga può anche essere per i pazienti di cancro al seno che già hanno provato le terapie endocrine e possono esaurire le opzioni,„ ha detto il principale inquirente Angela DeMichele, MD, MSCE, professore associato nella divisione dell'ematologia/oncologia e l'epidemiologia e co-dirigenti del programma di ricerca del cancro al seno al centro del Cancro di Abramson. “Si è combinato con i risultati di promessa da altre prove che esaminano l'efficacia di questa droga, i nostri risultati indicano che il palbociclib può estendere la durata del restringimento del tumore dei prodotti e del controllo di malattie in pazienti con il cancro al seno positivo del estrogeno-ricevitore (ER+), senza gli effetti secondari debilitanti della chemioterapia.„

La sperimentazione di fase II neo-pubblicata soprattutto ha cercato di valutare la risposta ed il controllo di malattia, mentre rifletteva per la presenza di effetti secondari quale la neutropenia, un conteggio di globulo bianco anormalmente basso. I pazienti iscritti alla prova precedentemente avevano subito i parecchi la chemioterapia priore e regimi ormonali per la malattia metastatica. Palboclib è stato amministrato una volta giornalmente per il 21 giorno ogni mese.

In generale, i ricercatori hanno notato un PFS mediano, il periodo prima che un tumore peggiorasse o i dadi pazienti, di 3,7 mesi per i pazienti che catturano la droga. Tuttavia, i pazienti con il cancro al seno ricevitore-positivo dell'ormone (HR+) - dove le celle di cancro al seno dipendono dagli ormoni estrogeno e progesterone per svilupparsi - hanno fatti confrontare PFS significativamente più lungo (5,1 mesi) a quello del gruppo Ora-negativo (84 per cento e 11 per cento della popolazione iscritta, rispettivamente). E coloro che precedentemente aveva progredito attraverso almeno due giri della terapia ormonale hanno veduto i vantaggi significativamente più notevoli, suggerenti l'attività sostanziale nella regolazione della resistenza endocrina acquistata.

Comunque alcuni pazienti hanno avvertito i conteggi di globulo o gli effetti secondari di altro lato bianchi bassi, i sintomi sono stati gestiti con le riduzioni della dose ed i miglioramenti in restringimento e controllo di malattie del tumore ancora sono stati notati.

“La droga estremamente ben-è stata tollerata in questa prova e l'assenza di sintomi si è associata comunemente con trattamento del cancro, quale la nausea, diarrea, o il dolore era notevole,„ ha detto l'autore Peter senior O'Dwyer, il MD, un professore nella divisione dell'ematologia/oncologia. “Più ulteriormente, poiché la riduzione della dose efficacemente ha riparato i conteggi normali del neutrofilo, l'amministrazione sicura delle dosi efficaci è stata compiuta facilmente.„

Soltanto un piccolo numero di pazienti iscritti alla prova hanno avuti cancro al seno negativo triplo, tutto di chi ha progredito rapido sul trattamento ed ha dovuto interrompere la partecipazione. Tuttavia, gli studi in corso da DeMichele ed il suo collega, Amy Clark, il MD, un istruttore clinico nella divisione dell'ematologia/oncologia, stanno dimostrando i vantaggi potenziali a palbociclib nel cancro al seno ER-negativo quando è dato congiuntamente a paclitaxel.

“Questo approccio approfitta della capacità di palbociclib di sincronizzare le celle all'interno del ciclo cellulare, potenzialmente aumentante la percentuale delle celle sensibili agli effetti citotossici della chemioterapia tradizionale,„ Clark spiega. “Inoltre, il palbociclib può essere efficace in altri tipi di cancri che funzionano da un simile meccanismo. Queste prove sono corrente in corso.„

Source:

University of Pennsylvania School of Medicine