Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuovo orientamento per impedire le fratture femorali atipiche in relazione con il bifosfonato

I medici universalmente prescrivono frequentemente i bifosfonati quali alendronate (Fosamax) e gli ibandronati (Boniva) per trattare l'osteoporosi ed impedire le fratture di fragilità. Purtroppo, l'uso a lungo termine di bifosfonato è stato collegato ad un rischio aumentato di fratture femorali atipiche. Nell'edizione del 3 marzo 2015 delle rassegne di JBJS, offerta di sangue et al. un certo orientamento su come impedire tali fratture.

Gli autori notano quel dolore prodromico della coscia e una riga radiolucent sui raggi x dei pazienti con una cronologia di uso cronico di bifosfonato è forti indicatori di una frattura imminente. Fra gli utenti di bifosfonato che hanno una frattura incompleta con poco o nessun dolore, gli autori raccomandano una prova della sospensione di bifosfonato, peso-cuscinetto protetto, calcio e completamento di vitamina D e terapia possibile di teriparatide (Forteo). Aggiungono che la fissazione profilattica dovrebbe essere considerata se c'è miglioramento non radiografico o sintomatico dopo due - tre mesi di quell'approccio conservatore. Il sangue et al. avanza raccomanda che i pazienti ad ad alto rischio per la frattura femorale atipica dovrebbero studiare la possibilità di interrompere la terapia di bifosfonato dopo cinque anni di uso continuo. Egualmente incoraggiano gli ortopedici a valutare il femore controlaterale per i segni della frattura imminente in pazienti che già hanno avuti una frattura femorale atipica.

JBJS esamina l'editore, Thomas A. Einhorn, MD, lo precisa “è importante da notare che mentre la maggior parte di queste fratture molto probabilmente è associata con uso di bifosfonato, i risultati recenti mostrano che possono anche accadere in pazienti su altre droghe anti-resorptive quale denosumab (Prolia) ed un numero molto piccolo di pazienti hanno sviluppato questi cambiamenti e fratture dell'osso senza cronologia di uso della droga.„

Le raccomandazioni da sangue et al. nonostante, il rischio assoluto di fratture femorali atipiche è basse (3,2 - 50 casi a 100.000 persona/anno fra gli utenti a breve termine di bifosfonato e circa 100 casi a 100.000 persona/anno fra gli utenti a lungo termine). Di conseguenza, per la maggior parte della gente con osteoporosi, i vantaggi provati di rischio-riduzione di fragilità-frattura dei bifosfonati superano i rischi in peso di frattura femorale atipica, come discusso dal redattore capo Marc Swiontkowski, MD di JBJS, “nell'articolo delle connessioni di caso„ del 28 gennaio 2015 pubblicato in connettore di caso di JBJS.

Source:

Journal of Bone and Joint Surgery